Commenta per primo

Claudio Fenucci fa il punto della situazione sulla trattativa per il rinnovo del contratto a De Rossi. L'amministratore delegato della Roma ha dichiarato a Radio RAI: "La trattativa non è facile, è molto importante e ci ha accompagnato per tutta l'estate. Siamo arrivati a una definizione della parte variabile, mentre sulla parte fissa c'è ancora un po' di distanza. In ogni caso la volontà è quella di colmare questa differenza per trovare un accordo. Come tutte le cose che hanno dei contenuti di novità, c'è bisogno di tempo. Daniele è un grandissimo calciatore, un professionista eccellente e questo gli va riconosciuto. La società ha anche un progetto economico, ha un fatturato che è la metà rispetto a quello delle tre grandi e deve impegnarsi alla crescita dei ricavi".

"Luis Enrique è un grande allenatore, che ha una radicata convinzione nelle sue idee e le persegue con costante applicazione. Per arrivare al calcio che vorrebbe esprimere ci sono dei passaggi intermedi, nelle ultime gare credo abbia cercato un'applicazione meno scolastica delle sue idee e questo ha aiutato la squadra a raggiungere il risultato attraverso un gioco più divertente superando le difficoltà iniziali. La rosa è competitiva. La società ha voluto rinnovare e completare l'organico abbassando l'età media con giovani di grande prospettiva, questo ha aiutato la città a credere nel progetto. Baldini ha voluto rispettare fino in fondo il suo impegno con la nazionale inglese, comunque è sempre stato presente, si è tenuto in contatto con Sabatini e con me e tutto ciò che è stato fatto è stato deciso in maniera collegiale. Per quel che riguarda la sua presenza fisica, dovremo aspettare le qualificazioni agli Europei".