Un altro anno (almeno) al Sydney, per continuare la straordinaria esperienza che sta dando una nuova dimensione al calcio australiano. Alessandro del Piero, 38 anni, ha spazzato via le voci che lo volevano incerto e attratto da nuove possibilità in Brasile o negli Stati Uniti con una dichiarazione diffusa prima di una conferenza stampa già in programma: «Ho scelto il Sydney FC all'inizio di questa stagione perché volevo dimostrare il mio amore per il calcio in un altro Paese e mi sono goduto la sfida, così come il tempo che ho trascorso al Sydney e in Australia», ha detto l'ex fuoriclasse della Juventus.

L'UOMO DEI RECORD - Con 11 gol in 18 partite, Del Piero ha già stabilito un record nel club, partito malissimo in campionato e ora in corsa per i playoff. Ma soprattutto, il campione del mondo 2006 ha attirato i riflettori su un movimento calcistico finora marginale come quello australiano. «L'arrivo di Alessandro al Sydney FC è stato un successo meraviglioso per il club e per la A-League sul piano sia interno sia internazionale», ha detto non a caso il presidente del Sydney Scott Barlow. Per poi aggiungere: «Le sue prestazioni sul campo sono state incredibili, illuminate dal fatto che è diventato il miglior marcatore del Sydney in una stagione. Ma anche fuori dal campo ha suscitato un interesse senza precedenti e alzato il profilo del club a tutti i livelli».