Commenta per primo

A giugno lascerà la Juve: vuole giocare altre due stagioni.
Il futuro di Del Piero è in America.
Il suo primo gol nello Juventus Stadium ha fatto il giro del mondo, presto Alex lo seguirà. La Liga è solo una tentazione.

La realtà è che lo juventino è stato fregato da Beckham che stava lasciando Los Angeles per accettare il Paris St Germain: il ripensamento dell’inglese ha ristretto le chances di una sistemazione in California. I Galaxy infatti hanno già tre giocatori che superano il «salary cap», i 300 mila dollari di ingaggio previsti nella Lega americana: Beckham, Robbie Keane e Donovan sfondano il tetto e non se ne ammettono altri. Quindi non c’è posto per Alex a meno che uno dei tre non se ne vada.

L’altra città che attrae Del Piero è New York dove i Red Bulls di Thierry Henry stanno manovrando sul mercato. E c’è la proposta dei Montreal Impact: lo juventino è la prima scelta ma una squadra che deve costruirsi dalle fondamenta può garantirgli di lottare subito per un obiettivo? Del Piero progetta di giocare ancora per due stagioni, chiudendo a 40 anni, e di ricostruzioni ne ha già vissute abbastanza nell’ultimo quinquennio con la Juve. Vuole una squadra competitiva. Montreal richiede una riflessione profonda.

L’impressione è che il capitano bianconero privilegi il trasferimento oltre Oceano: lo sport professionistico americano lo interessa da sempre, ha amici nella Nba e non solo. Dipende però dal progetto in cui deve essere coinvolto, dal tipo di ingaggio e dai desideri della famiglia che probabilmente precludono la possibilità di accasarsi in Russia, come Eto’o, mentre su Dubai e i club del golfo arabo pesa la scarsa partecipazione del pubblico: giocare in stadi con 200-300 spettatori non è il massimo. Tuttavia non sono escluse altre destinazioni.

Timidi sondaggi sono stati avviati da un club spagnolo, c’è interesse in Grecia e (per il momento) suona come una «boutade» l’idea di raggiungere Trezeguet al River Plate, se gli argentini risaliranno in serie A. Ma i giochi sono aperti. «Adesso penso a chiudere la stagione con la Juve nel modo migliore, la serata con la Roma è stata un buon inizio» è l’Alex pensiero. Possibilmente giocando di più e diventando il re di Coppa.