5
“Io Tigro, Tu Tigri, Egli Tigra”.  1978, Renato Pozzetto alla regia, musiche, e sceneggiatura, di Enzo Jannacci, Milan e Inter sullo sfondo. Nel primo dei tre episodi che compongono il film, Renato Pozzetto, alias Elia, fa l’autotrasportatore: vestito come un pilota di Formula 1, vuole mangiare in trattoria. Ma non in una qualunque, ma alla trattoria Milan-Inter. Di rosso vestito, Pozzetto si avvicina alla porta di questa vecchia trattoria, con le mura trasandate e logorate dal tempo. Fuori dalla quale lo attende un cameriere….
 
“Ha prenotato?”
“No”
“Allora non può entrare, è tutto esaurito”
“Eh, ma per una persona sola”
“Ho detto che è tutto esaurito”
“Ma ho dentro un amico che mi aspetta, mi faccia dare un’occhiata”. 
“Porca miseria, siete sempre i soliti. Guardi pure ma faccia in fretta”. 
E qui, la magia. 

STADIO PIENO - Il cameriere apre la porta e… San Siro. Pieno, pienissimo, tutto esaurito.“Ha visto? E pensi che la domenica è ancora peggio…”. Già, domenica. Domani sera andrà in scena il derby tra Inter e Milan, con i nerazzurri che vogliono mettere pressione alla Juventus prima in classifica, mentre i rossoneri sono alla disperata ricerca di un posto in Europa. Da una parte Eriksen, dall'altra Ibrahimovic, facce nuove di un derby antico, che all'andata ha visto trionfare gli uomini di Conte. Sempre sotto gli occhi di un pubblico vastissimo. 

TUTTO ESAURITO - Oltre 75mila tagliandi venduti, tutto esaurito, anche se i lavori che si stanno realizzando a San Siro non permetteranno di arrivare al numero record di Inter-Juve, in cui c'erano 75.923 spettatori. Una cornice di pubblico spettacolare per un derby pronto a regalare emozioni, una cornice simile a quella della trattoria Milan-Inter. Chi vincerà sarà portato in trionfo, chi perderà... beh, per quelli c'è spazio alla trattoria semivuota...