18
Quella di San Siro è stata la notte di Mattia Destro: l'attaccante del Milan è stato decisivo nel ritorno al successo del Milan, guarda caso proprio contro la sua ex squadra. Il gol con cui ha firmato il momentaneo 2-0 rossonero è stato speciale al di là del risultato: è stata la prima rete realizzata contro la Roma e soprattutto aveva una dedica speciale, per il nonno scomparso da poco. Un gol anche per il futuro: Destro si sta giocando in queste ultime gare la possibilità di essere riscattato dal Milan, che lo ha prelevato in prestito dalla Roma fino al termine della stagione.

RISCATTO LONTANO, ROMA PURE - Le percentuali di restare in rossonero anche la prossima stagione tuttavia sono piuttosto basse: il club di via Aldo Rossi si aspettava di più dall'attaccante, finora solo 3 gol, e ritiene eccessivi i 16 milioni fissati per il suo riscatto dalla Roma. Difficile che i capitolini abbassino le pretese, ancor più difficile che il Milan possa muoversi dalla propria posizione, considerando anche che la collaborazione con Doyen Sports per il prossimo mercato potrebbe portare a Milano nomi più altisonanti per la maglia numero 9, come ad esempio quello di Falcao: l'arrivo di centravanti di simile caratura chiuderebbe definitivamente la porta a Destro. Anche il ritorno a Roma però non è un'opzione plausibile: l'attaccante ha rotto con i colori giallorossi e ha voluto lasciare la Capitale perchè poco impiegato e ora il pacchetto offensivo ha fin troppi interpreti per pensare a un suo reinserimento da parte di Garcia o del prossimo allenatore. "Aspettiamo fine stagione", per ora Mattia vuole concentrarsi sul finale del campionato, ma ci sono già offerte da valutare.

FUTURO IN VIOLA, O RESTA A MILANO? - In Italia c'è chi si è già messo sulle sue tracce da tempo e nelle ultime settimane è tornato a muoversi con decisione. La Fiorentina punta Destro per rinforzare l'attacco, sempre orfano di Giuseppe Rossi e con un Mario Gomez in fase calante. Il gioco di Montella privilegia punte di movimento come Mattia e il giocatore non disdegna questa soluzione. Il nodo però rimane la formula d'ingaggio: Destro e il suo entourage vogliono un acquisto a titolo definitivo, mentre i viola preferirebbero un prestito con diritto di riscatto per valutare al meglio il giocatore. Spunta però anche un'ipotesi affascinante, un ritorno a casa nella squadra che lo ha cresciuto nel proprio settore giovanile: l'Inter. I nerazzurri infatti, gravati dalla sanzione UEFA per il Fair Play Finanziario, devono cedere qualche pezzo pregiato e Mauro Icardi è il giocatore con la valutazione più alta in rosa. La sua partenza porterebbe nelle casse dell'Inter non meno di 30-35 milioni di euro e Ausilio investirebbe immediatamente circa 15 milioni per riportare alla base Destro, attaccante che piace a Mancini: restare a Milano dunque è possibile, ma non con il Milan.
GERMANIA E INGHILTERRA CI RIPROVANO - Attenzione però anche alla pista estera: due club che lo hanno già cercato in passato hanno nuovamente messo gli occhi su Mattia, attirati dalla possibilità di assicurarsi il suo cartellino a cifre contenute. Il Wolsfburg in particolare lo corteggia da tempo: l'estate scorsa aveva offerto 25 milioni di euro, mentre a gennaio era arrivato fino a 30 milioni prima di essere beffato dal Milan. Destro non ha mai gradito la soluzione tedesca, ma senza possibilità di restare in rossonero o tornare in giallorosso le prospettive dell'attaccante possono mutare notevolmente. Ultimo ma non per importanza c'è il Tottenham di Baldini, che spinge per riavere con sè il centravanti marchigiano. Proprio Baldini infatti lo prelevò dal Siena e lo portò alla Roma e ora vuole convincere gli Spurs a investire su Destro per il futuro: il fascino della Premier League e le disponibilità economiche del club londinese possono essere un fattore importante nella scelta di Mattia, aperto ora a un'esperienza all'estero dopo le delusioni in patria.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90