8
Il Sassuolo ha scelto di puntare a lungo su Eusebio Di Francesco. L'Ufficialità del rinnovo fino al 30 giugno 2019 è arrivata due giorni fa quando il club neroverde ha voluto spegnere ogni possibile rumors di mercato annunciando il prolungamento. 

CLAUSOLA RESCISSORIA - Una scelta importante, ma che racchiude fra le pieghe del contratto una grossa insidia. Di Francesco ha sì rinnovato legando il proprio futuro al Sassuolo, ma ha anche accettato l'inserimento di una clausola rescissoria da 3 milioni di euro che lo libererebbe in caso di addio.

BLINDATO A META' - L'inserimento di una clausola rescissoria nei contratti degli allenatori è ormai una pratica consolidata e, spesso, è servita per tenere lontano l'interesse di numerosi club. E' stato il caso di André Villas Boas che aveva una clausola da 15 milioni di euro con il Porto o di Vincenzo Montella che ne aveva una da 5 con la Fiorentina. Per Di Francesco, tuttavia, la clausola rescissoria potrebbe essere un'arma a doppio taglio. La cifra, di soli 3 milioni di euro, è alla portata di tutti i top club italiani. Milan e Fiorentina in testa che hanno pensato al tecnico neroverde per la prossima stagione in cui né Brocchi, né Paulo Sousa sono certi di rimanere.