650
Troppo Real per questa Juve, il gruppo di Carlo Ancelotti è sembrato avanti sotto ogni punto di vista ma almeno per un tempo i bianconeri han tenuto botta. E non mancano i segnali positivi per Max Allegri, soprattutto a centrocampo con un Fagioli che al fianco di Locatelli si conferma pronto per giocarsi le sue chances. Male Vlahovic, molto indietro. E per una volta stecca anche Di Maria.

PROMOSSI

LOCATELLI:
torna in posizione di vertice basso, comanda il gioco con personalità, cambiando campo appena possibile e proteggendo con personalità la difesa.

FAGIOLI: con la palla tra i piedi sa sempre cosa fare e lo fa con i tempi giusti. Provato mezzala anche in questa occasione, interpreta il ruolo con qualità. E in settimana è atteso l'incontro tra i suoi agenti e la dirigenza bianconera per il rinnovo, si sta prendendo un posto in questa Juve.

PERIN: si arrende solo a Benzema dal dischetto e all'azione da futsal del raddoppio, per il resto si conferma in splendida forma. Bravo su Carvajal, strepitoso su Benzema quando il francese trova l'angolino basso con un tiro a giro di sinistro nella ripresa.



RIMANDATI

DI MARIA:
il migliore nelle prime due uscite, contro il Real paga forse un po' di stanchezza. Non fa la differenza e anzi perde qualche pallone di troppo. Ma ci sta, considerando il momento della stagione. E infatti Allegri lo lascia in campo solo un tempo.

VLAHOVIC: prima uscita stagionale, un po' di ruggine era inevitabile, però nel confronto con i centrali madridisti viene risucchiato. Per giudicare le prove di intesa con Di Maria, meglio aspettare nuovi test

DANILO: preso in controtempo da Vlahovic quando perde palla nell'azione che porta al rigore del Real, è sempre lui a stendere Vinicius facendosi prendere dalla foga. Serata storta.