Commenta per primo
Il nuovo acquisto della Fiorentina Modibo Diakitè oggi pomeriggio è stato presentato ufficialmente alla stampa. 'Guardando le partite della Fiorentina sono rimasto colpito dal gioco palla a terra; i viola mi avevano già cercato l'anno scorso, stavolta ci siamo incontrati - ha affermato il difensore, arrivato in prestito dal Sunderland -. Il mio obiettivo è fare bene ogni volta che scenderò in campo. Penso che la Fiorentina sia una grande società, con una grande organizzazione e un grande allenatore, per quello che ho potuto vedere: mi è stata data la possibilità di tornare in Italia, di lottare per il terzo posto e per una finale di Coppa Italia, ora sta a me conquistare la loro fiducia, magari anche per la prossima stagione. Avevo scelto di andare in Inghilterra perchè mi piaceva la Premier League, ma quando al Sunderland è andato via Di Canio non ho trovato più molto spazio, perchè si è preferito puntare su giocatori più esperti in quel campionato. Certo, mi mancherà l'atmosfera degli stadi inglesi: col Sunderland eravamo ultimi e c'era sempre il tutto esaurito... L’addio alla Lazio in estate? Non abbiamo trovato un accordo sul rinnovo e me ne sono andato a scadenza di contratto. Mi sento ancora con Cavanda, con cui ho fatto il settore giovanile e di cui sono grande amico, e mi è capitato di risentire anche Lulic e Klose'. 
'Sono un giocatore veloce e potente, ma devo migliorare tantissimo sul piano tecnico - ha dichiarato Diakitè descrivendo le sue caratteristiche -. Allenandomi tutti i giorni con questi compagni di squadra posso migliorare tanto. Andare in progressione è una cosa che mi riesce, ma non è un aspetto che piace a tutti gli allenatori... Se Montella mi chiederà di spingere, comunque, lo farò. Il numero di maglia? Ho sempre giocato col 21, ma qui ce l'ha Ambrosini e non mi pareva il caso di chiederlo. C'era libero il 3, che era stato di Alonso, giocatore che ho conosciuto al Sunderland, e l'ho preso. L'esclusione dalla lista Uefa? Non mi era stata comunicata prima ma l'ho presa bene, come detto la Fiorentina mi ha già dato tanto... La lotta Champions con il Napoli? Farà la differenza chi arriverà più fresco agli appuntamenti importanti. La Coppa Italia? A Udine abbiamo perso 2-1 ma possiamo giocarcela tranquillamente al ritorno'.