18
La Lazio si fa superare in un Olimpico vuoto dai campioni di Bulgaria del Ludogorets e complica il proprio cammino in Europa League. La squadra di Reja, che concede un turno di riposo a Biava, Dias, Ledesma e Candreva, fatica ad entrare in partita e deve già ringraziare Dyakov, che al 9' spreca con un bruttissimo tentativo di cucchiaio la chance di portare avanti i suoi su calcio di rigore. Berisha e la traversa, sulla conclusione da fuori di Marcelinho, tengono a galla i bianconcelesti, che capitolano meritatamente al 45' sul tiro dalla distanza di Bezjak. Nella ripresa, la formazione di Reja ha subito la grande occasione di pareggiare ma Felipe Anderson, dopo essersi conquistato un tiro dal dischetto, se lo fa respingere dal portiere avversario Stojanov. Poco più tardi, viene espulso per doppia ammonizione il bulgaro Dyakov, raggiunto al 73' da Cavanda. L'assalto laziale produce poche occasioni e nemmeno l'ingresso di Candreva, che ha due grandi occasioni, sortisce gli effetti sperati. Sarà dura rimontare questo risultato tra una settimana a campi invertiti.