10
Procede la trattativa tra Mediapro e la Lega Serie A per la cessione dei diritti tv relativi al triennio 2021/2024. La deadline slitta dal 30 settembre al 7 ottobre, quando è in programma l'assemblea di Lega. Settimana scorsa il presidente Miccichè e l'ad De Siervo erano volati a Barcellona per incontrare i soci fondatori del gruppo televisivo spagnolo (ora sotto il controllo dei cinesi di Orient Hontai), Jaume Roures e Tatxo Benet, attesi in Italia a Milano giovedì sera per sciogliere gli ultimi nodi legati alle garanzie bancarie e alle penali da versare nel caso in cui la Lega si sottragga all'impegno preso (anche in caso di firma verrà emesso un bando d'asta per i broadcaster). Secondo il Corriere della Sera, la loro offerta parte da un minimo di 1.150 miliardi a stagione più 55 milioni per i diritti d'autore e altri 78 milioni per i costi di produzione, con un totale di circa 1,3 miliardi all'anno. 

Intanto ieri una delegazione guidata dal viceministro dello sport cinese, Du Zhaocai, ha fatto visita agli uffici della Lega per conoscerne il modello organizzativo. Tra gli obiettivi di De Siervo c'è quello di realizzare quattro nuove sedi all'estero fra Londra, Dubai, Doha e Shanghai.