2
Un altro grande player delle comunicazioni si appresta ad entrare nel campo dei diritti di trasmissione dello sport. Apple TV+, il servizio streaming della casa di Cupertino, è uno dei cataloghi più apprezzati e di qualità nel panorama delle piattaforme digitali di contenuti televisivi. Non brilla per dimensioni e varietà della scelta e probabilmente la casa della mela ci sta lavorando su. Da diverso tempo ormai si susseguono rumors di un ingresso di Apple nel mercato dello streaming degli eventi sportivi e adesso le indiscrezioni iniziano a prendere anche una forma.

L’azienda fondata da Steve Jobs infatti ha appena messo sotto contratto James DeLorenzo, ex manager di Amazon Video, per curare progetti relativi allo sport. Qualche settimana fa, più precisamente il 20 Aprile scorso, Sport Business Journal riporta la notizia secondo la quale ci sarebbero già trattative in corso tra Apple e Pac-12 (un network TV che propone eventi sportivi 24/7) per inserire nel catalogo Apple TV+ lo streaming delle gare. Infine, è di qualche giorno fa la notizia dell’acquisizione da parte di Apple dell’azienda NextVR, specializzata in tecnologie per la realtà aumentata. Da qualche mese ormai gira la voce che Apple starebbe lavorando ad una sorta di visore/occhiali destinato, nei piani dell’azienda californiana, a guidare la prossima rivoluzione nel campo della fruizione dei contenuti video.
I segnali sembrano quindi puntare tutti nella stessa direzione. Lo sport tra l’altro manca praticamente su tutte le grandi piattaforme di streaming e in qualche modo segnerebbe una rivoluzione nella proposta televisiva online. Anche Wall Street sembra essere di quest’idea e mostra fiducia. Il titolo AAPL ha fatto segnare +20% negli ultimi 30 giorni recuperando tutto quello che aveva perduto da metà febbraio in poi ed è tornato a sfiorare il suo picco storico di 327 dollari per azione.

Mentre in Italia si continua a discutere della ripartenza del campionato e la querelle sui pagamenti da parte di chi detiene i diritti delle gare si fa sempre più dura, dall’altra parte dell’oceano stanno mettendo le basi per la prossima rivoluzione dello Sport Entertainment.