Mediapro ha commentato, attraverso una nota affidata all'Ansa, la decisione del Tribunale di Milano di respingere il ricorso sull'assegnazione dei diritti tv: "Leggiamo dalle motivazioni del giudice che la decisione rimanda al provvedimento che l'Agcm ha fatto nei confronti della Lega Serie A il 14 marzo 2018, provvedimento che ha inficiato il bando preparato dalla Lega Serie A del 6 gennaio 2018, poi aggiudicato da Mediapro, ancora oggetto di ricorso al Tar del Lazio. Mediapro avrebbe acquisito un prodotto (quello dei diritti messi in vendita dalla Lega) non conforme a quanto poteva fare dalle regole vigenti".