814
Ancora in panchina. E' la seconda consecutiva, la quarta in 6 partite di Ligue 1 in cui è stato disponibile, la quinta se si considera anche la Champions League. Il miglior giocatore dell'ultimo Europeo, Gianluigi Donnarumma, è, al momento, il secondo portiere del Paris Saint-Germain. Non lo diciamo noi, non lo dice Pochettino, non lo dice Leonardo: lo dicono i numeri. La bilancia pende decisamente dalla parte di Keylor Navas, titolare questa sera contro il Montpellier, che ha rinnovato il contratto nella passata stagione, prima dell'annuncio dell'ex Milan, e che ha dalla sua l'anima sudamericana dello spogliatoio. 

La scelta di lasciare il Milan a zero, per il momento, non paga: non si ricordano parate stratosferiche, come in rossonero o come in azzurro, ma solamente le panchine, lo sguardo triste verso il campo, le gambe incrociate come nelle sale d'attesa. In attesa di una chiamata da titolare che non sta arrivando. Si è sfogato nelle scorse settimane, Gigio, che vuole il posto da titolare; si è sfogato anche Raiola, il suo agente, dichiarando che "tra Gigio e Navas al PSG non c’è lotta, giocherà Gigio". Per il momento non va così. 
Contratto sino al 2026 per il classe '99, che percepisce poco più di 12 milioni di euro: 12.168.000 euro per l'esattezza, tanto quanto Sergio Ramos. Ma meno di Keylor Navas. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, l'estremo difensore del Costarica, che ha in bacheca 3 Champions col Real Madrid, percepisce 12.740.000 euro. L'ingaggio, quindi, accompagna quando ci sta dicendo il campo: il titolare, ora, è il 34enne nato a San Isidro de el General. A Donnarumma tocca aspettare. Magari contro il Manchester City sarà il suo turno...