622
Non è felice. ​Gigio Donnarumma non può essere soddisfatto dei primi mesi al Paris Saint-Germain, dove è arrivato a parametro zero dal Milan. Dopo un Europeo da protagonista, con tanto di rigore decisivo parato in finale a Saka, è sbarcato in Francia per essere il portiere titolare della squadra più forte del mondo, in poche settimane è finito per essere una costosissima riserva di Keylor Navas, al momento la prima scelta di Pochettino. Su nove partite giocate fin qui dal Psg fra Ligue 1, Champions League e Supercoppa francese ne ha giocate solo due, contro Clermont e Lione, rimanendo a guardare nelle altre sette. 


FATTORE RAIOLA - Per l'allenatore argentino è importante avere una sana concorrenza anche tra i pali, ma di certo Gigio non si aspettava di doversi sudare il posto. Chi gli è vicino racconta di un Donnarumma sorpreso e scontento, come mai è stato negli ultimi anni. E' presto per arrivare a una conclusione, siamo solo a settembre, ma secondo quanto scrive oggi il Corriere della Sera Raiola, se dovesse continuare questa situazione, medita di riaprire i discorsi con la Juventus, che in estate vuole trovare una sistemazione a Szczensy (e ai suoi sette milioni di euro d'ingaggio fino al 2024). D​ue mesi fa la trattativa con i bianconeri era arrivata a buon punto, prima che Allegri indicasse altre priorità, rivedere Donnarumma sul mercato potrebbe fargli cambiare idea. E spingere Agnelli a fare un investimento per il portiere della Nazionale. Un titolare, che al momento non gioca.