Che sapore di cenere in bocca! Esco dallo stadio di Udine molto amareggiato per un pareggio, che frena la rincorsa del Milan. Peccato per l'espulsione di Calabria, perchè, pur con qualche sofferenza, la squadra dava l'impressione di gestire la partita. Il match ha confermato che il Milan è in continuo progresso anche se, sul piano dei singoli, Calhanoglu dopo un buon primo tempo ha stentato nel secondo, a chiara dimostrazione che deve ancora lavorare molto sul piano fisico.

Oggi la sfida di Udine ha purtroppo confermato che André Silva, sul quale ho sempre scommesso, rimane la terza opzione perché, nonostante qualche finezza, appare ancora troppo leggero. Biglia invece ha giocato la miglior partita della gestione Gattuso, bravo a insistere su di lui nonostante le buone prove di Montolivo. Bonucci e Romagnoli sono due pilastri suo quali costruire il futuro. Bellissimo il gol del Cardellino, un Campione. Sì, un Campione!

Non posso prevedere quale sarà il futuro societario del Club rossonero, ma qualsiasi sia il manager che si occuperà del prossimo mercato, deve assolutamente blindare Gigio Donnarumma. Per sempre in maglia rossonera. Anche in Friuli è stato strepitoso per reattività, presenza, sicurezza. E' avviato a diventare il miglior portiere del mondo. A 22 anni entrerà nella leggenda dei più forti della storia del calcio, grazie agli insegnamenti di Maestro Magni. Qualche errore? La perfezione, si sa, porta al manicomio!