103
Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Come nel caso di Douglas Costa, ormai a un passo dal ritorno al Gremio dopo 11 anni. Nei giorni scorsi il presidente del club brasiliano ha incontrato l'attaccante a Porto Alegre, raggiungendo un'intesa di massima su un contratto fino al 31 dicembre del 2023 a 3 milioni di euro più bonus (relativi anche agli incassi e al merchandising) all'anno. Esattamente la metà rispetto all'attuale ingaggio che la Juventus gli deve riconoscere fino al 2022. 

Ascolta "Douglas Costa-Gremio, tutti i dettagli dell'accordo. La posizione della Juventus sugli 11 milioni..." su Spreaker.
ORE CRUCIALI - Il Gremio ha operato un sforzo importante per ottenere il sì del classe 1990 grazie a un corteggiamento lungo diverse settimane. Ha chiarito con il giocatore che non può sostenere alcuna spesa relativa al cartellino. Ecco perché gli agenti di Douglas Costa nelle prossime ore avranno un contatto con la Juventus per trovare un accordo per la risoluzione del contratto in scadenza nel 2022. E servirà un'accelerata considerando la chiusura del mercato in Brasile che è fissata al 23 maggio. Come raccontato, molto dipenderà dalla volontà di Douglas Costa di venire incontro anche alle esigenze della Juventus: se dovesse lasciare sul tavolo tutto l'ingaggio da 6 milioni di euro, il club bianconero potrebbe concedergli facilmente la risoluzione andando a pareggiare la minusvalenza con il risparmio sullo stipendio del brasiliano. Il Gremio è molto ottimista, ha messo la freccia di sorpasso sul Leeds e conta di chiudere l'operazione nelle prossime 48 ore. D'altronde certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano.