238
Tutto si muove, nessuno si muove e per Paulo Dybala il futuro si vive sempre più giorno dopo giorno. L'attaccante argentino, attraverso il proprio profilo Instagram, ha fatto sapere a tutti i suoi follower di essere tornato ufficialmente in Italia (la foto postata con il cane nella sua casa a Torino), ma ancora non c'è un club disposto a puntare pesantemente sul suo talento.

SI ALLENA DA SOLO - In Italia, nella non più "sua" Torino, dove ha vissuto negli ultimi 7 anni con la Juventus e da cui avrebbe voluto non andarsene. In questi giorni proseguirà un percorso di mantenimento fisico che aveva avviato già in vacanza (si era allenato anche insieme al vecchio amico Paul Pogba, lui sì tornato alla Juventus) e che lo dovrebbe portare ad essere in forma nel momento in cui troverà una squadra. Sì, ma quale squadra? Dybala incontrerà anche i suoi agenti, Jorge Antun da un lato e l'intermediario De Vecchi dall'altro per essere aggiornato sulle trattative.
ROMA, NAPOLI E INTER - La Roma è oggi la pista più aperta, con Mourinho che, "frustrato" come da lui stesso dichiarato ieri, sta cercando di farsi regalare un gran colpo dai Friedkin ed è in contatto diretto con la Joya. Servirà ridurre le pretese sull'ingaggio che andranno ribassate rispetto all'ultima proposta fattagli dall'Inter che, al contrario, oggi è completamente sparita dai radar in quanto sovraccarica di attaccanti e al completo dopo l'arrivo di Lukaku (se non partiranno almeno due fra Sanchez, Dzeko e Correa la pista rimarrà chiusa). Il Napoli sogna, ma la politica imposta da De Laurentiis è lontanissima dalle richieste del giocatore che, infine, potrebbe iniziare a considerare anche una pista estera che non giochi la Champions pur di arrivare a quelle cifre d'ingaggio. Insomma, tutto si muove e niente si muove, con Dybala che, da Torino, dovrà farsi trovare pronto per la prima chiamata.