Ancora una volta un caso legato a Paulo Dybala anche se questa volta la sua esclusione dai titolari non ha coinvolto direttamente al Juventus, bensì la nazionale Argentina. Anche nel corso dell'amichevole giocata questa notte contro la Colombia e terminata 0-0 la Joya è partita dalla panchina scavalcata dal tridente Gonzalo Martinez-Icardi-Maxi Meza.

L'ACCUSA DEL FRATELLO - Una scelta quella fatta dal ct Lionel Scaloni che non ha trovato il gradimento del fratello di Dybala, Gustavo, che è da poco diventato anche agente della punta della Juventus. Attraverso il proprio profilo twitter Gustavo ha lanciato l'ennesima accusa pesante verso la federcalcio albiceleste: "Visto che non possono guadagnarci soldi con te non ti fanno giocare". 



SCALONI RISPONDE -
A fine gara è però arrivata la risposta dello stesso Scaloni che fermando Dybala a bordo campo e davanti alle tv argentine ha gettato acqua sul fuoco: "Pensate davvero che io abbia un problema con Dybala? Paulo è un fenomeno. È un gran calciatore, non creiamo un caso da una stupidaggine, dobbiamo guardare avanti, non indietro. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione".