21
Paulo Dybala vuole riprendersi la Juventus. In queste ultime quattro giornate di campionato l'attaccante argentino vuole aiutare la squadra a centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Dopodiché, secondo Tuttosport, verrà il momento per parlare del rinnovo del contratto. Non è questo il tempo per firme, incontri e trattative. Tutto è rimandato a fine maggio, anche perché prima di esporsi con un contratto così impegnativo e oneroso la Juventus ha bisogno di avere la garanzia di incassare i molti soldi della prossima Champions League, visto che la pandemia ha fatto virare i bilanci del club bianconero verso il profondo rosso. 

Il nuovo contratto resta dunque in stand-by, ma le parti sono in contatto e in buoni rapporti. La situazione è comunque congelata: la Juventus ha proposto al giocatore un rinnovo da 10 milioni netti a stagione (adesso Dybala ne guadagna 7,5) e quella proposta (sul tavolo dall’autunno, come ha rivelato il presidente Andrea Agnelli a dicembre, nel corso della serata del Golden Boy) non è stata ancora accettata dalla controparte. L’entourage dell’argentino e il giocatore stesso, sull’altro fronte, hanno sempre negato di aver chiesto 15 milioni netti a stagione, ma probabilmente i dieci milioni della Juventus sono considerati troppo pochi e, verosimilmente, la richiesta può aggirarsi intorno ai 13 milioni annuali.