152
Paulo Dybala e la Juventus non sono mai stati così lontani. Perché dopo l'esaltazione massima, la maglia numero dieci e un progetto legato al suo contratto per renderlo sempre più importante, oggi l'argentino è incupito per la sua stagione negativa e non sente più quel feeling. La stessa sensazione che si respira alla Continassa attorno a Dybala, mai veramente devastante ai suoi livelli quest'anno: per la prima volta da quando Paulo è a Torino, tutte le parti in causa stanno seriamente considerando la cessione. Dall'entourage del giocatore fino alla dirigenza bianconera, l'ipotesi diventa concreta e presto potrà esplodere la 'bomba Dybala'.
COSA C'E' DIETRO - Le voci si rincorrono, dai club di Premier League passando per il Bayern Monaco; nessuna società fino ad oggi ha presentato offerte reali alla Juventus, ma il prezzo è stato fissato per poco più di 100 milioni di euro, può essere questa la cifra giusta secondo la dirigenza per liberare Dybala. Segnali raccolti dall'entourage del giocatore, chi lo vuole può farsi avanti perché l'argentino può finanziare buona parte del mercato in entrata bianconero. Far partire Dybala non è una richiesta che parte solo da Max Allegri nelle settimane scorse; a prescindere dal capitolo allenatore, la Juventus ha percepito il calo anche mentale del giocatore e sa bene che un'altra stagione a questi livelli potrebbe far drasticamente crollare valutazione e considerazione attorno alla Joya. Venderlo oggi ha una logica, a meno che si cambi in panchina con un allenatore che voglia blindarlo a tutti i costi; ma questo presupporrebbe un altro sacrificio 'grosso' sul mercato e soprattutto un rinnovo importante per Dybala. Oggi, lontano dalla Juve del futuro. Più che mai.