157
L'accordo c'è ma non si vede. O quantomeno non si vede ancora. L'intesa livello economico e progettuale tra la Juventus e Pulo Dybala è stata individuata ormai lo scorso ottobre. Una trattativa tormentata, complessa, ricca di imprevisti e durata quasi due anni, ma giunta a una conclusione. Infatti Dybala  aveva accettato l'ultima offerta della Juve, inferiore rispetto alle aspettative iniziali, ma comunque adeguata ad uno status da protagonista assoluto nel nuovo progetto bianconero: è lui il numero 10 della Juve, è lui la stella della squadra e anche il capitano del futuro, come testimoniato da quella quella nuova data di scadenza da fissare sul contratto il 30 giugno 2026, quanto basta per immaginare Dybala a vita in bianconero. L'ingaggio? Si parla di 8 milioni netti più almeno 2 di bonus, che nel corso del tempo potrebbero poi essere integrati nella parte fissa. Tutto fatto quindi, tutti contenti. Però la firma e quindi l'annuncio ancora non ci sono e ancora vengono rimandati.

FATTORE ANTUN - Se da ottobre si è arrivati ormai a fine dicembre la motivazione principale va individuata nei problemi burocratici di Jorge Antun, l'agente e l'uomo di fiducia di Dybala che ancora non ha completato tutte le pratiche per poter essere riconosciuto agente Fifa in Italia. Pratiche che sembrava si potessero completare in molto meno tempo e che invece avevano e avranno bisogno di aspettare ancora qualche giorno. Antun dopo l'ultimo blitz torinese di dicembre è tornato in Argentina, ora è atteso di nuovo in Italia verso metà gennaio, ma non dovrebbe essere quello il momento in cui arriveranno firma e annuncio per il rinnovo.
LA JUVE PRENDE TEMPO. Anche perché adesso c'è troppo in ballo, di tempo perso ce n'è stato troppo e in più di un'occasione, il momento giusto è anche passato e ora la Juve non vuole alcuna distrazione all'interno dello spogliatoio. Dopo il ritorno alla Continassa della squadra di Max Allegri in programma il 30 dicembre bisognerà pensare solo ed esclusivamente ad un gennaio di fuoco che comincerà con la partita dell' epifania contro il Napoli, passerà dalla sfida alla Roma e dalla Supercoppa con l'Inter, proseguirà ancora con i match contro Udinese in campionato la Sampdoria in Coppa Italia, arrivando infine all'altro scontro diretto di San Siro con il Milan. E pure la sosta non sarà quella giusta, perché il mercato invernale vivrà gli ultimi giorni incandescenti. Quindi, salvo nuovi cambi di programma, la Juve ha deciso di ridarsi appuntamento a febbraio. Con Dybala e pure tutti gli altri giocatori in odore di rinnovo. Una decisione che può pure trasformarsi in un boomerang, anche se colpi di scena non sarebbero previsti tra le parti, nonostante Dybala sia in scadenza e la Juve abbia dei conti da far tornare in qualche modo. In fondo l'accordo c'è: ma finché non si vede...