3
Diversa, ma vera. Senza gente, ma con passione in campo. Senza abbracci, ma con balletti ed esultanze varie. Borussia-Schalke 04 è stata la partita della ripartenza per il calcio europeo e l’ha vinta senza discussione, con 4 gol tutti molto belli, la squadra di casa, nonostante che il mitico muro giallo del suo Westafalenstadion fosse nero come il colore delle poltroncine vuote. Ora i borussiani hanno solo un punto in meno della capolista Bayern che domani pomeriggio giocherà a Berlino contro l’Union. Il primo gol anti-pandemia porta la firma di Erling Haaland e sembra quasi uno scherzo del destino perché se c’è un giocatore che fa venire in mente la salute è proprio lui, alto, biondo, grosso e giovanissimo. Speriamo che il suo gol sia davvero una medicina per tutti noi.

GOL DA APPLAUSI - Il Borussia ha lasciato i primi minuti di gioco allo Schalke 04 e poi ha iniziato a martellarlo, anche se la prima vera occasione è stata dello Schalke con l’italiano Caligiuri (respinta di Bürki). Al Dortmund mancavano giocatori di spessore, come la coppia centrale di metà campo Emre Can-Witsel, come Zagadou e Reus, mentre Sancho è entrato solo nel finale sempre per problemi fisici, ma è stato troppo più forte, sia sul piano tecnico che atletico. Il gol dell’1-0 è stato bellissimo, azione a un solo tocco, in piena velocità, l’ha iniziata Piszczek, l’ha arricchita Brandt con un colpo di tacco che ha sganciato Hazard, cross al centro, buca di Salif Sané, Haaland è spuntato alle sue spalle e con l’interno sinistro ha messo la palla in rete. Intorno alla bandierina del calcio d’angolo, per festeggiare il norvegese ha improvvisato un balletto con i suoi compagni. Tutti a distanza...regolamentare.

SOLO BORUSSIA - Lo Schalke è scomparso e il numero di errori nei passaggi è triplicato. L’errore più grave è stato del portiere Schubert che ha rinviato sui piedi di Dahoud, l’azione si è rovesciata in un attimo, da Dahoud palla a Brandt, assist per Guerreiro il cui sinistro, in diagonale, è finito sul secondo palo. Wagner, il tecnico dello Schalke, sperava di chiudere il primo tempo sotto di un solo gol, il raddoppio al 45' e la nuova possibilità di sfruttare non tre ma cinque sostituzioni lo ha indotto a cambiare squadra a inizio ripresa inserendo due attaccanti, Burgstaller al posto del difensore Tobido, acciaccato, e il ventenne gallese Matondo. Ma dopo appena 3' del secondo tempo, il Borussia ha chiuso il conto col terzo gol, questo in contropiede. Palla persa da Caligiuri su pressione di Delaney e Dahoud, fraseggio Brandt-Haaland-Brandt, assist per Thorgan Hazard e sventola filata fra le mani dell’incerto Schubert. Da notare che Hazard non doveva giocare, al suo posto era stato schierato Reyna che si è fatto male durante il riscaldamento.

CHE COPPIA HAALAND-BRANDT - Ogni azione d’attacco, comprese quelle dei gol, è passata dai piedi di Brandt e Haaland, giocatori imprendibili per la fragile difesa dello Schalke. E’ stato sufficiente un lungo rinvio di Bürki per spalancare per la quarta volta la porta del suo collega Schubert: Haaland ha protetto la palla di testa offrendola a Brandt, che ha lanciato Guerreiro sulla sinistra, il portoghese ha tagliato in mezzo, ha chiesto e ottenuto il triangolo con Haaland mentre lui proseguiva il taglio, la palla di ritorno gli è stata recapitata all’altezza del dischetto da rigore, quando aveva il fianco sinistro rivolto alla porta, così Guerreiro ha dovuto realizzare il 4-0 con un fantastico tocco di esterno sinistro. Stavolta per festeggiare era sufficiente un sorriso. Prima del 90', tutt’e due gli allenatori hanno usufruito, della nuova regola dei cinque cambi, Favre si è fermato a quattro (anche perché aveva una panchina ridotta per gli infortuni), Wagner è arrivato a cinque.
Per chi ama il gioco del calcio, come prima partita della ripartenza non poteva andare meglio.

Borussia Dortmund-Schalke 04: 4-0
------------------------------------------
BORUSSIA DORTMUND (3-4-2-1): Bürki 6,5; Piszczek 6,5 Hummels 6,5 Akanji 6; Hakimi 7 Dahoud 7 (42' st Götze sv) Delaney 6,5 (23' st Balerdi sv) Guerreiro 8 (42' st Schmelzer sv); Brandt 8 T. Hazard 7,5 (34' st Sancho sv); Haaland 8. A disposizione: Hitz, Morey, Reyna, Fuhrich, Raschl. Allenatore: Favre 7,5
SCHALKE 04 (3-4-2-1): Schubert 5; Tobido 5 (1' st Burgstaller 5) Sané 5 Nastasic 5,5; Kenny 5 (42' st Becker sv) McKennie 5 Serdar 5 (28' st Schopf sv) Oczipka 5; Caligiuri 5,5 (31' st Miranda sv) Harit 5,5; Raman 5,5 (1' st Matondo 5,5). A disposizione: Nubel, Mercan, Gregoritsch, Kutucu. Allentore: Wagner 5

ARBITRO: Aytekin 6,5

MARCATORI: 29' pt Haaland (B), 45' pt Guerreiro (B), 3' st T. Hazard (B), 18' st Guerreiro (B)

AMMONITI: 8' st Delaney (B) per gioco falloso, 28' st Piszczek (B) per fallo di mano, 41' st Matondo (S) per gioco falloso