Commenta per primo

Diego Fabbrini, talento dell'Empoli e dell'Under 21, ha strappato applausi al Franchi di Firenze, pur nell'eliminazione della sua squadra dagli ottavi di finale di Coppa Italia. 'E' stata una grande partita, contro una buona squadra, di categoria superiore alla nostra - ha spiegato l'esterno in comproprietà fra il club azzurro e l'Udinese -. Abbiamo dimostrato di avere qualità importanti. Nel secondo tempo ha preso il sopravvento la Fiorentina, mentre nel primo tempo ce la siamo giocata alla pari. A fine partita tutte e due le squadre erano molto stanche, ma il rammarico maggiore è il fatto di aver subito gol a tempo scaduto. Uscire così dalla coppa è comunque una vittoria, se con la mia prestazione ho fatto mordere le mani a qualcuno qui a Firenze ancora meglio'.

'Il mio silenzio alla domanda alla Gazzetta dello Sport che mi chiedeva di un mio futuro alla Fiorentina? Ho semplicemente chiesto di passare ad un'altra domanda, perchè quella era una domanda a bischero del giornalista - ha aggiunto Fabbrini -. Il Franchi è stato lo stadio più bello in cui abbia mai giocato, come è stata bella la sfida con De Silvestri, compagno di Under 21, anche se penso che alla fine sia stato più felice lui per il passaggio del turno'. Chiusura di Fabbrini in chiave Under 21: 'Non conosco Ferrara, anche se penso sia un bravissimo allenatore. Saluto però Casiraghi, che è il tecnico che mi ha portato in Under 21, a cui devo la mia prima maglia azzurra in categorie giovanili'.