Appese, suo malgrado, le scarpette al chiodo Andrea Catellani è diventato nel frattempo un dirigente della Virtus Entella, l'ultima squadra con la quale è sceso in campo.

Ieri sera l'ex trequartista emiliano ha rappresentato il club chiavarese all'evento benefico "Una calottina per Begato", organizzato presso la piscina di Bogliasco dalla locale squadra di pallanuoto su idea del portiere della Sampdoria Emiliano Viviano.

In esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com Catellani ha parlato della prossima sfida di campionato che attende l'Entella, impegnata sabato pomeriggio nel difficile campo del Carpi, altra sua ex squadra alla quale è rimasto particolarmente legato: "E' vero, si fronteggeranno gli ultimi due club in cui ho militato e dunque per me sarà una bella emozione vederli sfidarsi. Il mio pensiero sarà però solo per l'Entella che ha un gran bisogno di punti. In questo momento credo che sia maturata in noi una mentalità importante, quella giusta per salvarsi. Carpi è un campo difficile ma sono sicuro che affronteremo la partita nel modo giusto".

RICORSI STORICI - Il primo precedente in Serie B tra le due squadre risale a quattro stagioni fa, quando i liguri ottennero contro gli emiliani, poi promossi in A a fine campionato, la prima vittoria in assoluto della propria storia in cadetteria, strappando tra andata e ritorno ben quattro dei sei punti in palio. Un ricordo benaugurante per i biancocelesti che si auspicano di poter replicare anche in questa annata: "In questo momento noi dobbiamo solo avere tanta pazienza. La salvezza la si ottiene alla lunga e per noi, ora come ora, la cosa più importante è dare continuità ai buoni risultati fatti di recente. Dobbiamo tornare da Carpi con un risultato positivo, qualsiasi esso sia. Ovviamente se aggrapparsi alla tradizione può servire allo scopo, allora ben venga".

ASSENZE - In queste ultime settimane Alfredo Aglietti ha dovuto sempre fare i conti con un'emergenza assenze che, tra squalifiche ed infortuni, gli ha spesso falcidiato la squadra. Ora però qualche pedina sembra essere finalmente sulla via del recupero: "Fino a venerdì sarà davvero difficile capire chi potrà essere della gara sabato. Abbiamo comunque altri 14-15 giocatori che sono sempre pronti a scendere in campo per dare il proprio contributo. Siamo in un buon periodo di forma, che ci ha permesso di conquistare 4 punti nelle ultime due partite, quindi sono certo che chi giocherà sarà pronto".

SALVEZZA - Nonostante le moltissime asperità incontrate in questa stagione, in casa Entella si continua a credere e a lottare per ottenere l'ennesima permanenza in Serie B: "La salvezza per noi sarebbe un risultato straordinario per tutte le difficoltà che hanno caratterizzato questa annata. Sono certo che lotteremo fino in fondo e alla fine ce la faremo".