Commenta per primo
Simone Icardi, centrocampista della Virtus Entella, ha parlato ai microfoni di Centro Suono Sport: "Ho giocato per tanti anni con il settore giovanile della Roma, poi ho scelto di trovare il mio spazio altrove. Ho giocato, tra i tanti con Lorenzo Pellegrini, del cui rendimento in maglia giallorossa sono orgoglioso da amico ed ex compagno, per le grandi cose che sta facendo, diventerà un top player. Sono stato allenato tra gli altri da Vincenzo Montella, al quale devo tanto perchè mi ha insegnato molto. Con le lacrime agli occhi scelsi di lasciare la Roma, perchè volevo trovare più spazio, parlai con Bruno Conti che non voleva liberarmi"

Come è nata la magia contro il Genoa?
"La serata di Marassi contro il Genoa è stata straordinaria, dopo aver battuto Siena e Salernitana nei turni precedenti, siamo scesi in campo con spensieratezza, durante la gara non ci siamo mai arresi, abbiamo pareggiato 3-3 e poi ai rigori c'è stata l'apoteosi siamo passati meritatamente"

Sogni un ritorno alla Roma?
"Si, sarebbe veramente un sogno meraviglioso, chiaramente a 22 anni, più passano le stagioni e più diventa complicato. Però ci spero sempre, perchè ci sono tanti ragazzi come me che hanno fatto tanta gavetta e poi sono arrivati. Sarebbe il coronamento totale della mia carriera"

Roma-Entella, la state preparando pensando alla sfortunata uscita di scena dei giallorossi con lo Spezia?
"Non avere pressione psicologica può essere un vantaggio, verremo a Roma a giocarci una partita storica, senza nulla da perdere. Ricordo quel Roma-Spezia, rosicai da tifoso giallorosso la vidi in tv, certamente da avversario ora ci ripenso. Ci fu anche un grande cammino dell'Alessandria negli scorsi anni, sognare non guasta. Sono un tifoso della Roma ma gioco con l'Entella, se dovessi segnare, esulterei, perchè è giusto portare rispetto ai miei attuali tifosi"

A chi ti ispiri o pensi di somigliare?
"Tra tutti i ragazzi che ci sono in Serie A, mi rivedo molto in Cristante, sono un centrocampista che ama inserirsi e provare a fare gol, una mezzala offensiva. Sto crescendo, devo lavorare ancora molto, mi piacerebbe arrivare a grandissimi livelli nei prossimi anni"