Sette settimane appena a Francia 2016, l’edizione numero 15 del campionato Europeo è ormai dietro l’angolo. Calciomercato.com mi ha chiesto a 50 giorni dall’inizio del torneo di giocare la manifestazione in anticipo indicando favorite e possibili stelle del torneo continentale che per la prima volta passa da 16 a 24 squadre partecipanti. La squadra vincitrice, oltre che fregiarsi del titolo, guadagnerà inoltre il diritto di partecipare alla Confederations Cup 2017 (qualora vincesse la Germania - già qualificata di diritto avendo vinto l'ultimo titolo mondiale - sarà la finalista sconfitta a partecipare).

GERMANIA FAVORITA - Tanto per cambiare, la nazionale che parte con il favore del pronostico, è la Germania. Reduce dal successo mondiale, in questi due anni ha lavorato per inserire nel proprio organico calciatori giovani, ma con un grande futuro che andranno a sostituire grandi campioni arrivati alla fine di una prestigiosa carriera. Tra tutti Miroslav Klose, che purtroppo deve fare i conti con la carta di identità. La Germania è forte in tutto: tatticamente, tecnicamente e caratterialmente. E’ guidata da un tecnico di assoluto valore come Joachim Löw ed è altrettanto forte fuori dal campo potendo contare su una federazione potente e con un peso politico di primaria importanza. All’esperienza e la classe dei vari Neuer, Hummels, Kroos, Muller e Ozil, la giovinezza e l'entusiasmo dei vari Howedes, Ginter, Durm, Rudiger e Draxler.

POGBA GUIDA LA FRANCIA - La Francia sarà un'altra protagonista sia per le potenzialità della squadra sia perché è il paese organizzatore e quindi potrà contare sull'apporto dei suoi sostenitori. Nella compagine transalpina ci sono ottimi calciatori che giocano nelle migliori squadre europee e quindi provvisti dell’esperienza internazionale necessaria per disputare un torneo tanto delicato. Didier Deschamps possiede le capacità tecnico-tattiche e il carattere per trascinare la Francia ad un prestigioso traguardo dopo la cocente delusione brasiliana. Ha a disposizione calciatori come Pogba, Griezmann, Lloris, Varane, Giroud, Martial che danno solidità, forza e fantasia. Sarà priva di Benzema che non sarà convocato per motivi disciplinari e sarà una assenza pesante.

INCOGNITA BELGIO - Il Belgio, squadra dalle potenzialità infinite, sarà senz'altro tra le protagoniste. Ha una rosa di calciatori molto forti e rispetto alle due precedenti edizioni ha una caratteristica fondamentale: grande fisicità che in un torneo in cui si gioca ogni tre giorni e in un periodo dell'anno particolarmente caldo, sarà una prerogativa determinante. Ha però anche due incognite molto delicate che potrebbero pregiudicarne il cammino. La prima e la più importante è rappresentata da Marc Wilmots, l'allenatore, che avrà a disposizione un gruppo di fortissimi calciatori ma a oggi non sappiamo se possiede  la personalità e le capacità tecnico-tattiche per saper scegliere e gestire la squadra? Secondo problema, la disponibilità di Vincent Kompany del Manchester City. E' uno dei migliori difensori al mondo, ma una serie di infortuni lo ha costretto a fermarsi più volte quest'anno. Attualmente è ai box, ma ci sono buone speranze che possa essere a disposizione e per il Belgio sarebbe sicuramente una gran bella notizia. Si fatica a nominare I migliori calciatori belgi perché' son tutti veramente validi: oltre a Kompany ci sono Hazard, de Bruyne, Nainggolan e Cortois.

SORPRESA INGHILTERRA - Quarta ma non ultima, l'Inghilterra. Squadra forte che non si arrende mai e che negli tempi ha visto crescere dei talenti di sicuro avvenire. Purtroppo i calciatori britannici arrivano alle competizioni internazionali molto stanchi. La stagione in Inghilterra è lunga e stressante e la nazionale ne risente in maniera pesante. L'allenatore Roy Hodgson ha una grande esperienza internazionale e potrà contare su una rosa molto valida specialmente nel reparto offensivo. Tutti i tecnici vorrebbero avere a disposizione un trio d'attacco con Sterling, Kane e Sturridge. Sono veloci, rapidi e tecnici e dietro di loro ci sono Vardy, Welbeck e Walcott (e scusate se è poco).Non mi sono dimenticato di Rooney, ma ormai non è più un attaccante e viene da una stagione non troppo esaltante nel Manchester United. La difesa e centrocampo pur con pregi e difetti sono comunque all'altezza.

 
CALCIATORI RIVELAZIONE

In ogni torneo importante ci sono rivelazioni sia come squadre che come calciatori. I giocatori che possono mettersi in evidenza sono moltissimi, impossibile o quasi fare una previsione. A mio avviso ci sono comunque delle certezze. Tra queste N’Golo Kantè, calciatore francese che fino a qualche mese fa molti non conoscevano. Si è affacciato quest'anno in Premiere League con il Leicester e ha impressionato tutti. Centrocampista brevilineo, instancabile nella corsa. E' un formidabile recuperatore di palloni, ma è anche dotato di buona tecnica e visione di gioco. La caratteristica migliore è la lucidità che mantiene per tutta la gara, nonostante corra dietro a tutti.

Dele Alli, calciatore inglese di soli 20 anni è un'altra aspirante star del torneo. Gioca nel Tottenham ed è un centrocampista completo. Unisce alle buone caratteristiche tecnico-tattiche una velocita di pensiero nella scelta delle soluzioni sempre appropriata. E' forte fisicamente, rapido e veloce e in fase conclusiva c’è sempre. La sua caratteristica migliore è la grande personalità.

Divock Origi, calciatore belga ha anch’egli enormi potenzialità. E' un attaccante molto forte fisicamente e dotato di rapidità e velocità. Nel Liverpool dove gioca attualmente sta migliorando notevolmente.

Ne riparliamo a fine torneo…

Alla prossima

 

Oreste Cinquini, già general manager della nazionale russa con Fabio Capello, vive a Mosca ed ha lavorato per Fiorentina, Bologna, Lazio, Udinese e Cagliari.