Commenta per primo

Calciomercato.com ha posto all’Agente FIFA Jean-Christophe Cataliotti, titolare dei corsi della Football Workshop alcune domande sui premi che la UEFA distribuisce alle squadre partecipanti alle sue competizioni.

Cataliotti, per le società di calcio professionistiche a quanto ammontano gli introiti legati alle manifestazioni organizzate dalla UEFA?

E’ doveroso premettere che si tratta di fonti di guadagno che hanno carattere di straordinarietà in quanto collegate con i risultati raggiunti dalla squadra sul campo. Si tratti di voci di ricavo direttamente riconducibili alla UEFA che, tenendo fede al suo motto istituzionale “we care about football”, ha predisposto contributi finanziari finalizzati ad aiutare i club delle principali Leghe europee. La UEFA, in definitiva, distribuisce i propri proventi alle squadre partecipanti alla Champions League e all’Europa League.

I club che parteciperanno alle fasi finali della Champions League 2012/2013 che premi riceveranno?

Oltre a 8,6 milioni di euro di contributo fisso, ogni club che disputa la fase a gironi di Champions League riceverà un milione di euro per ogni vittoria e 500.000 euro per ogni pareggio. Verrà, altresì, premiato il passaggio dei turni con un premio di 3,5 milioni di euro per chi raggiungerà gli ottavi, 3,9 milioni per i quarti di finale e 4,9 milioni di euro per le semifinali. I vincitori della finale riceveranno un premio di 10,5 milioni di euro, mentre alla squadra seconda classificata andranno 6,5 milioni di euro. Da evidenziare che, grazie al sistema di solidarietà adottato dalla UEFA, ogni squadra campione nazionale che non riesce a raggiungere la fase a gironi di UEFA Champions League riceverà 200.000 euro. Va, infine, rimarcato che le squadre partecipanti alla Champions League si aggiudicano anche una quota di mercato in base al valore commerciale dei diritti televisivi nazionali, al numero di partite giocate in UEFA Champions League nella stagione e alla posizione nel precedente campionato. Inoltre, hanno diritto a trattenere tutto il corrispettivo degli incassi registrati ai botteghini.

L’anno scorso quanto aveva incassato la squadra vincitrice della Champions League?

Il Chelsea aveva ricevuto dalla UEFA complessivamente 59,395 milioni di euro, così suddivisi: 29,9 per la partecipazione e il rendimento offerto e 30,035 milioni di euro per la ridistribuzione dei ricavi generati dai diritti televisivi.

E per i club che partecipano alla Europa League quali sono i premi elargiti dalla UEFA?

Oltre alla quota fissa di 1,3 milioni di euro per ciascuno dei 48 club che partecipano alla fase a gironi, sono previsti bonus di 200.000 euro per ogni vittoria, oltre a 100 mila euro per ogni pareggio. La squadra che vincerà la manifestazione incasserà 5 milioni di euro, mentre alla seconda andranno 2,5 milioni di euro. Anche le squadre partecipanti alla Europa League hanno diritto a un premio che varia in base al valore commerciale dei diritti televisivi nazionali, alla posizione in campionato della stagione precedente e ai risultati nella concomitante stagione di UEFA Europa League.

Che cos’è, invece, il c.d. “Parachute System”?

E’ un sistema di contribuzione mediante il quale le società delle principali leghe calcistiche europee ogni anno garantiscono un prezioso aiuto finanziario alle società che retrocedono nelle categorie inferiori. Ogni lega nazionale assume i propri criteri per aiutare i club minori.