374
Ci risiamo, dopo l’accordo ponte che sembrava decretare un periodo di pace o almeno di collaborazione, è scoppiata una nuova crisi tra IMG e PPTV, la tv di proprietà del gruppo Suning che ha acquistato i diritti della Serie A. Il 5 febbraio calciomercato.com vi ha raccontato in esclusiva la prima frattura, che aveva costretto IMG a staccare il segnale in Cina. Troppi arretrati accumulati nel tempo da parte di PPTV, che così non aveva potuto trasmettere Fiorentina-Inter a causa dell’insolvenza. Il 12 febbraio, dopo lunghi dialoghi, le parti sembravano aver trovato l’intesa mediante una precisa calendarizzazione degli emolumenti, ma dopo aver pagato la rata della scorsa settimana (trasmettendo così la 22esima giornata di Serie A), dalla Cina hanno nuovamente stoppato i bonifici pattuiti, scatenando la naturale reazione da parte di IMG, che ha nuovamente staccato il segnale.

LA PRECISAZIONE DI PPTV - Dalla Cina non ci stanno e mediante un comunicato PPTV tiene a precisare il motivo dei continui mancati pagamenti. Dai piani altri della tv targata Suning fanno sapere che la falla sarebbe stata aperta da IMG, la quale avrebbe venduto a terzi, sul territorio cinese, i diritti della A nonostante un accordo di esclusiva. A tale sopruso, PPTV avrebbe reagito chiedendo un cospicuo sconto, che IMG non avrebbe voluto accordare. Da qui la crepa. 

NO ALLO SCONTO - IMG fa invece sapere che le cose non stanno esattamente così. È vero, PPTV ha chiesto di poter pagare meno, ma solo in seguito alla crisi post covid. Uno sconto che IMG non ha concesso, visto che a loro volta hanno dovuto corrispondere alla Lega di Serie A 341 milioni di euro per poter rivendere i diritti del campionato nel mondo, senza riceve alcun trattamento favorevole. Nonostante la pandemia. 
LA REPLICA DI IMG - Per fare ulteriore chiarezza, Calciomercato.com ha contattato in esclusiva un portavoce di IMG, il quale ha risposto alle accuse di inadempimento contrattuale  da parte di PPTV: “Possiamo confermare di aver staccato il segnale per la visione del campionato di Serie A su PPTV a seguito del mancato pagamento delle rate scadute. I dialoghi tra le parti sono durati mesi e IMG ha concesso ripetuti rinvii dei pagamenti, ma oggi non possiamo più garantire la distribuzione di contenuti nel mondo nel momento in cui ci sono somme così grandi rimaste in sospeso. IMG non ha violato il proprio accordo né ci sono dialoghi con terze parti per i diritti sulla trasmissione. Per info, la Serie A è stata trasmessa in Cina anche da CCTV, ma grazie a un accordo separato, di cui PPTV era a conoscenza, dato che è specificato all’interno del nostro contratto”.

Scopri di più su PokerStarsNews.it