Commenta per primo
L'eSports italiano scende in campo per il bene dei bambini. Da Mattia Guarracino a Daniele Tealdi e Diego Campagnani, da Exeed a QLASH e Monza, i migliori team e player italiani hanno preso parte all'iniziativa di Save the Children, accanto alla Lega Serie A e con il patrocinio della FederEsports (Federazione Italiana E-sports). Rivali su Fifa 21, uniti per una giusta causa: contrastare la povertà economica ed educativa in Italia e nel mondo, aggravata ancor di più dall'emergenza Covid-19.

Il comunicato di Save the Children: "​Il mondo E-Sport e la Lega Serie A sostengono Save the Children per proteggere i bambini colpiti dall’emergenza Covid. Dal 19 al 25 ottobre il mondo E-Sport giocherà anche a supporto della campagna di raccolta fondi “Proteggiamo i bambini”. Sarà possibile sostenere la campagna con una donazione libera. Per la prima volta, alcuni dei più importanti pro-player con i loro Team e il patrocinio della FederEsports – Federazione Italiana E-sports, saranno alla console per sostenere questa causa".