Commenta per primo

Samuel Eto'o e l'orgoglio di essere africano: a Cagliari, il sesto gol in campionato realizzato dall'attaccante nerazzurro diventa un modo per rispondere ai razzisti.

Al Sant'Elia l'arbitro Tagliavento ha sospeso la gara per gli insulti razzisti dei tifosi del Cagliari all'attaccante dell'Inter. Senza lo stop dell'arbitro, Eto'o avrebbe lasciato il campo, come stava capitando in Spagna quattro anni fa.

Bedi Moratti: 'L'arbitro ha fatto bene a intervenire subito. Le regole ci sono e vanno fatte rispettare". Samuel non parla, ostinato nel silenzio come in campo a far gol, ma è sicuramente d'accordo. Non ha mai potuto, nè voluto, sopportare i razzisti.