Commenta per primo

Calciomercato.com, riguardo al caso legato alla testata rifilata da Samuel Eto'o al giocatore del Chievo Cesar, ha chiesto un parere all'agente Fifa Lello Stancati, per avere un quadro generale di quella che è tecnicamente la vicenda del caso.

Sono rimasto sinceramente colpito da quanto accaduto ieri allo Stadio Bentegodi di Verona. Un campione della levatura di Eto’o, che si è più volte distinto per le sue iniziative anche fuori dal campo nella sua battaglia contro il razzismo, ha colpito volontariamente con una testata il difensore del Chievo Cesar. L’episodio non è stato visto dall’arbitro né dai suoi assistenti compreso il quarto uomo a bordo campo, e quindi non è stato sanzionato. Per questo motivo per il calciatore camerunense sarà applicata la prova televisiva. Tecnicamente, ai sensi del Codice di Giustizia Sportiva, ritengo che certamente Eto’o verrà squalificato. Per questo tipo di infrazione disciplinare è prevista una squalifica minima di tre giornate perché trattasi di condotta violenta verso un altro calciatore, pena che può estendersi fino alle cinque giornate di squalifica in caso di particolare gravità. Ritengo sia meno probabile una squalifica a tempo determinato, ugualmente prevista dal Regolamento, perché non ritengo il gesto di una gravità estrema da poter meritare una squalifica superiore alle cinque giornate.