22
L'Ucraina rompe la striscia negativa e torna a vincere la partita di un campionato Europeo: 2-1 alla Macedonia del Nord nella seconda giornata del gruppo C, la squadra di Shevchenko si porta a 3 punti in classifica non senza fatica e si rilancia per un posto agli ottavi. Decisive le reti nel primo tempo di Yarmolenko e Yaremchuk, agli ospiti non basta Alioski.​

LA PARTITA - L'Ucraina prova a prendere le redini del gioco fin dall'inizio e costruisce un paio di buone occasioni con Yarmolenko che sbatte sui guantoni di Dimitrievski, Elmas risponde per la squadrai Angelovski. Ma al 29', la svolta: calcio d'angolo per l'Ucraina dalla sinistra, Karavaev prolunga con il tacco al volo sul secondo palo dove arriva Yarmolenko, bravo a mettere in rete da due passi. Rete numero 42 in Nazionale per il giocatore del West Ham, secondo marcatore all time dopo Shevhcenko (48). Passano 5 minuti e l'Ucraina trova anche il bis: Yarmolenko innesca Yaremchuk che a tu per tu con Dimitrievski non sbaglia e fa 2-0. La Macedonia del Nord non si arrende e al 39' è il suo leader Pandev ad accorciare con uno splendido tocco sotto, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Nella ripresa Angelovski inserisce Trajkovski e, dopo un'occasione su punizione per Malinovskyi, la partita cambia. L'episodio arriva al 55': violenta conclusione di Trajkovski che Bushchan para con l'aiuto della traversa, sulla ribattuta si fionda Pandev che viene atterrato da Karavaev, calcio di rigore; dal dischetto va Alioski, Bushchan respinge il penalty ma è lo stesso Alioski a ribadire in rete in mezza rovesciata. Gara riaperta e Macedonia in pressing, ma è l'Ucraina a costruire le occasioni per il tris. Al 74' Malinovskyi inventa per Tsygankov che sciupa, all'81' lo stesso centrocampista dell'Atalanta calcia una punizione che Avramovski respinge con il braccio, l'arbitro viene richiamato dal VAR e dopo revisione assegna il penalty: dal dischetto va proprio Malinovskyi che calcia malamente e si fa respingere il pallone da Dimitrievski. Nel finale Trajkovski fa tremare Shevchenko, ma la sua conclusione finisce a un soffio dal palo. Finisce così, 2-1: l'Ucraina sogna ancora gli ottavi, la Macedonia del Nord ha ormai un piede fuori da Euro 2020.​