Commenta per primo
Il Parma ha diramato un comunicato ufficiale attraverso il proprio sito ufficiale in merito alla decisione della Cassazione di respingere il ricorso della società gialloblù contro la decisione di estrometterli dall'Europa League a vantaggio del Torino.

IL COMUNICATO - "La decisione del CAS che nega la giurisdizione sulla controversia con la FIGC ed il Torino Calcio in merito alla mancata partecipazione di FC Parma alla Europa League 2014/2015, conferma la singolare circostanza per cui non sussisterebbe un giudice nazionale o internazionale munito del potere di tutelare i diritti sportivi della esponente Società".
Questo affermano gli avv.ti Federico Tedeschini, Paolo Rodella e Pier Luigi Giammaria i quali annunciano che - dopo la decisione della Cassazione a proposito della asserita competenza del giudice amministrativo in materia - presenteranno ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, a termini della quale non è giuridicamente lecito immaginare che esistano diritti fondamentali privi di tutela giurisdizionale".

In sintesi, Il Parma ha deciso di ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.