8
Il quadro delle partite di andata dei sedicesimi di finale di Europa League parte alle 19: successo importante del Club Brugge, che passeggia in casa dell'Aalborg vincendo per 3-1: Oulare e Refaelov nel primo tempo mettono la gara in discesa; nella ripresa arriva l'autogol di Petersen, poi il rigore Helenius su rigore rende meno amaro il passivo per i danesi. Vince 2-0 il Dnipro contro i greci dell'Olympiacos: Kankava e Rotan decidono la gara tra il 50' e il 55'. Tonfo interno per il PSV: lo Zenit San Pietroburgo di Villas Boas (espulso nel finale) supera gli olandesi di misura, grazie al solito Hulk. Il Wolfsburg porta a casa un successo prezioso, in casa contro lo Sporting Lisbona, dopo aver sofferto nel primo tempo: il protagonista assoluto è Dost, autore di una doppietta. Goleada esterna dell'Everton, che regola 4-1 lo Young Boys: dopo il gol di Hoarau per gli svizzeri (nella ripresa fallisce un rigore), si scatena Lukaku, che segna una tripletta (nel mezzo la rete di Coleman). Pareggiano sia la Roma, in casa contro il Feyenoord (QUI), che il Torino (2-2 con l'Athletic Bilbao, QUI). Il Napoli vince agevolmente in casa del Trabzonspor (QUI). Alle 21.05 torna protagonista anche in Europa Mario Balotelli: è un suo rigore a decidere nel finale la gara del Liverpool contro il Besiktas. Ajax di misura sul Legia Varsavia, grazie a Milik. L'unico 0-0 dei sedicesimi è tra Anderlecht e Dinamo Mosca. Vittoria a sorpresa della matricola Guingamp, che supera 2-1 la Dinamo Kiev, rimasta in nove nel primo tempo (espulsi Yarmolenko e Belhanda), dopo essere passata in vantaggio con Veloso. Il Siviglia batte il Borussia Moenchengladbach con il gol di Iborra (70'), mentre il Villarreal regola 2-1 il Salisburgo (Uche e Cheryshev, nel mezzo il pari di Soriano su rigore). Pari per entrambe le italiane: la Fiorentina fa 1-1 a Londa (QUI); l'Inter si fa recuperare nel finale dal Celtic (QUI).