294
"Non succede, ma se succede…". I Maneskin hanno vinto l'Eurovision 2021! Stavolta ha portato bene lo slogan coniato dalla Roma di Ranieri (che venerdì ha annunciato l'addio alla Sampdoria) arrivata seconda in campionato nel 2010 dietro all'Inter del Triplete. Con in panchina Mourinho, ora pronto a tornare in Serie A proprio alla guida dei giallorossi. 

I quattro componenti della band italiana (Damiano, Victoria, Ethan e Thomas) erano in gara con "Zitti e buoni", la canzone vincitrice allo scorso Festival di Sanremo. Dopo i voti delle giurie di qualità di 39 Paesi, l'Italia era quarta dietro a Svizzera, Francia e Malta. Poi il televoto ha ribaltato il risultato con Francia seconda e Svizzera terza, forse anche grazie all'appello su Instagram di Chiara Ferragni. Malta con la cantante Destiny (figlia dell'ex calciatore nigeriano Chukunyere) è scesa al settimo posto dietro a Islanda (quarta), Ucraina (quinta) e Finlandia (sesta). Ultime quattro posizioni per i padroni di casa dell'Olanda, Spagna, Germania e Regno Unito (a zero punti!). 

Si tratta del terzo trionfo Made in Italy dopo Gigliola Cinquetti con "Non ho l'età (per amarti)" nel 1964 e nel 1990 Toto Cutugno con "Insieme: 1992"
La finale di Rotterdam in Olanda è stata trasmessa in diretta tv sabato sera su Rai Uno con Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, che a fine programma hanno accennato uno spogliarello. Gli ascolti li hanno premiati con 4.512.000 telespettatori il 25% di share e picchi del 45%.
Grazie al successo dei Maneskin, che dopo la premiazione hanno cantato la versione non censurata di "Zitti e buoni", l'Italia ospiterà la prossima edizione dell'Eurovision nel 2022. Molti sognano già Chiara Ferragni in conduzione con Alessandro Cattelan, che lascerà X Factor al giovane attore Ludovico Tersigni. 
Evidentemente il 22 maggio è una data fortunata per l'Italia, ricordando le Champions League vinte nel 1996 dalla Juventus a Roma contro l'Ajax ai rigori e nel 2010 dall'Inter a Madrid contro il Bayern Monaco. Ora la speranza è che ai prossimi Europei l'Italia di Mancini faccia meglio di quelle di Sacchi e Lippi a Euro '96 e al Mondiale di Sudafrica 2010.

Intanto sui social i francesi chiedono la squalifica dei Maneskin per un video diventato virale in cui Damiano sembra sniffare qualcosa dal tavolino col naso. Lo stesso cantante italiano ha smentito in conferenza stampa: "Non era cocaina, ragazzi, non uso droghe. Thomas aveva rotto un bicchiere. Rock 'n' roll never dies!".