25
Bariz Soofizadeh, ex consulente di Emre Mor, ha spiegato a fussballtransfers.com i motivi che hanno portato al fallimento della trattativa con l'Inter: "Eravamo d'accordo con l'Inter, poi però hanno deciso di cambiare i contenuti del contratto, passando da cifre al netto, al lordo. Volevano inserire una clausola da 80 milioni di euro e hanno fatto richieste assurde, la trattativa si è basata sempre su questi cambiamenti improvvisi. Il proprietario cinese proponeva sempre rinegoziazioni nel momento in cui si riusciva a trovare un accordo. La trattativa è saltata a causa dell'Inter: ad oggi, la possibilità di vedere Emre Mor in nerazzurro dipende solo dalla cessione di Perisic".

'VOLEVA L'INTER' - "Lui ha sempre e solo voluto l'Inter. Lo voleva il Lille, abbiamo parlato con l'Everton e l'Huddersfield, oltre a due squadre della Bundesliga. Con la Fiorentina eravamo già in accordi prima che si presentasse l'Inter. Anche il Betis lo ha seguito fino all'ultimo. Emre avrebbe preferito il Real o il Barça, ma l'interesse di questi club non è stato registrato. A oggi non abbiamo alcun contatto con Emre, nonostante ci sia un contratto tra noi e lui. Per noi non si tratta di soldi, abbiamo investito molto tempo e molta passione per anni per favorire l'avanzamento della sua carriera. Si tratta di una delusione a livello umano, noi vogliamo solo il meglio per lui".