18
Quello di Josè Mauri e’ di certo un caso particolare. Nonostante negli ultimi due anni ha avuto svariate richieste da club italiani e esteri, Mauri e’ stato sempre ritenuto incedibile dai vari dirigenti che si sono alternati nella societa’ rossonera e dai propri allenatori, in particolare Gattuso, ma cio’ nonostante e’ stato impiegato poco. Il ragazzo classe 1996, comunque vanta gia’ oltre 70 presenze tra serie A ed Europa League, con assist e goal, oltre che prestazioni sempre di buon livello e quasi sempre in situazioni difficili come nell'ultimo Milan-Bologna. Nonostante la giovanissima eta’ e’ ritenuto elemento di spessore dentro e fuori dal campo come spesso ricordato dai (senatori del Milan) propri compagni di squadra, ma anche pubblicamente da Gattuso nel corso dell'ultima stagione. In una epoca dove alcuni giocatori ( soprattutto stranieri) vengono spesso sopravvalutati e dove anche i calciatori medi hanno ingaggi e costi elevatissimi, Josè Mauri non ha ancora firmato con nessun club nonostante sia libero da vincoli contrattuali. Le sue qualità, la sua duttilità tattica, la sua abnegazione al lavoro oltre che esperienza, crediamo possa essere preziosa per moltissimi club della nostra serie A. Non dimentichiamoci che il Milan nel 2015 lo aveva strappato ancora minorenne alla concorrenza di tanti club importanti italiani e esteri. Strappato suo malgrado, proprio a quel Parma e alla citta’ di Parma dove ha svolto dall’eta’ di 14 anni, tutta la trafila del settore Giovanile, e che sente come la sua citta’ del cuore, la sua seconda patria, citta’ quindi nella quale sarebbe rimasto e nella quale tornerebbe molto volentieri per portare avanti quel progetto ambizioso interrottosi non per colpe sue. Ma, se’ tutto cio’ non si e’ ancora verificato, evidentemente il direttore e l’allenatore non lo ritengono utile alla loro causa. Ricordiamo che nel gennaio 2015 il suo cartellino era valutato oltre i 15 milioni e che tanti top club italiani e stranieri erano pronti a chiudere l’operazione, ma l'impossibilità di operare dell'allora Ad Leonardi fece saltare tutto. Ora Mauri è un'occasione a zero euro, lasciarlo andare all’estero potrebbe diventare un grossissimo rammarico per tanti club italiani. Ma siamo sicuri che i tanti calciatori stranieri provenienti nel nostro campionato con costi milionari, siano meglio di Jose’ Mauri? La storia recente dice di no.