Commenta per primo

In un'intervista trasmessa ieri sera dalla tv belga Rtbf e ripresa oggi da diversi media, l'ex calciatore Bertrand Crasson ha affermato che, nel suo periodo di militanza al Napoli (1996/98), gli venivano praticate due fleboclisi alla settimana. Lo sfogo arriva in relazione a quanto dichiarato dall'ex tennista francese Yannick Noah sul doping nello sport spagnolo: Crasson ha detto che in Italia la situazione non sarebbe migliore. "C'erano molte flebo all'epoca e non si sapeva cosa contenessero - ha dichiarato l'ex nazionale belga, oggi commentatore tv e procuratore - mi facevano fleboclisi, due volte alla settimana. Mi dicevano che erano sali minerali, ma se poi erano altre cose... C'erano analisi delle urine ogni settimana ma è un'ipocrisia... all'epoca c'erano certamente prodotti che non si riuscivano a scoprire nell'urina".