54
Il Milan tornerà sul mercato in vista di gennaio e lo farà nonostante la parole di smentita di Leonardo che getta, giustamente, acqua sul fuoco. Il Milan tornerà sul mercato in vista di gennaio, ma lo farà tenendo in forte considerazione la sanzione che presto dovrebbe arrivare da parte della Uefa in ottica Fair Play Finanziario. Quindi no a scelte folli soprattutto dal punto di vista del peso dei cartellini e sì ad occasioni possibilmente in prestito, che non incidano immediatamente sui conti societari.

ALTER EGO DI BIGLIA - Le priorità dettate dallo stato attuale della rosa rossonera sono oggi due: prima di tutto trovare un rinforzo nel reparto difensivo che possa sostituire lo sfortunatissimo Mattia Caldara e, successivamente, inserire in rosa un alterego, anche con caratteristiche differenti, di Lucas Biglia sia per dare respiro all'argentino sia per avere alternative tattiche in caso di assenza o periodo di appannamento.
DA FABREGAS A SUAREZ - Il sogno di Leonardo è da tempo Adrien Rabiot che come vi abbiamo raccontato ieri (LEGGI QUI) è pronto a rifiutare nuovamente il rinnovo col PSG. L'occasione a parametro zero è ghiotta, ma strapparlo alla formazione parigina a gennaio risulta un'impresa dai connotati impossibili per la folta concorrenza sul giocatore e per la maggiore capacità di spesa. Le alternative, secondo il Correre dello Sport sono quindi Cesc Fabregas, in scadenza anche lui e fuori dalle rotazioni di Maurizio Sarri al Chelsea e, soprattutto Denis Suarez che tramite agenti continua a lanciare messaggi importanti al Milan. Può giocare da mezzala, un ruolo diverso da Biglia, ma che garantirebbe a Gattuso più flessibilità nei moduli.