181
Il Milan chiama, Romain Faivre risponde. Il trequartista del Brest è stato vicino a vestire la maglia rossonera in estate e resta un obiettivo caldo del Diavolo per il mercato di gennaio. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Faivre racconta: "Derby? Che spettacolo, avevo voglia di esserci pure io in campo. La scorsa estate? Quando ti chiama Maldini, una leggenda, ti senti valorizzato e hai voglia di far di tutto per andare al Milan".

MERITARSI IL MILAN - Tra il Milan e Faivre non è ancora finita, un'intesa di massima è già stata raggiunta per un contratto di quattro anni, ma resta da ricomporre l'affare con il Brest che in estate ha rifiutato un'offerta da 12 milioni di euro più 3 di bonus. Intanto, Faivre spiega: "Sono convinto che per imporsi in squadre come il Milan bisogna prepararsi in anticipo. Così ho un preparatore atletico personale tre volte a settimana, un nutrizionista per mangiare sano, ma non cucino io...Infine un preparatore mentale per imparare a gestire meglio emozioni e pressione tipiche dei grandi club come il Milan". Il cui gioco piace e non poco a Faivre: "Ibra è un giocatore incredibile che seguivo pure da tifoso del Psg. E comunque al Milan tutti i giocatori sono di alto livello. Mi riconosco nel gioco di Pioli, nella volontà di fare bel gioco per vincere. Lo dimostra in campionato. In Champions meriterebbe qualche punto in più".