31
Protagonista, con due gol belli e fondamentali. I primi due in Serie A, a 18 anni, che raddrizzano un match storto, che regalano tre punti fondamentali alla Roma nella corsa a un posto in Champions League. Il primo da attaccante vero, spedendo in porta un assist al bacio di Mkhitaryan, il secondo con un destro a giro meraviglioso che sorprende Sirigu e tutti i suoi compagni. Ma non Mourinho, il primo a credere in lui. L'ha lanciato nella mischia nei 15' finali della sfida con il Cagliari dello scorso 10 ottobre, gli ha dato fiducia nel secondo tempo con il Milan, il 31 ottobre, l'ha scelto questa sera per sbloccare una partita scorbutica, contro un avversario ben organizzato, che ha concesso poco. Vincendo la sua scommessa. Una scommessa costosa, visto che lo Special One - come svelato a Dazn - domani dovrà fargli un regalo: "Felix è venuto ad abbracciarmi perché gli ho promesso un paio di scarpe da 800 euro in caso di gol”.
ANCORA IL GENOA - Una doppietta in quindici minuti, dedicata alla mamma che è ancora in Ghana, due gol contro il Genoa, al quale è legato da un filo invisibile. Ai rossoblu - infatti - ha segnato il primo gol in Italia (Under 18, 14 marzo 2021) e sempre contro il Genoa aveva sbagliato un penalty nella finale scudetto Under 18 persa 2-1. Questa è la sua notte, una notte da sogno. La Roma, dove è arrivato nel mercato invernale del 2021 su segnalazione degli osservatori Morgan De Sanctis e Simone Lo Schiavo se lo gode. Domani tornerà a giocare in Primavera, con la quale ha segnato fin qui 6 gol in 5 partite, ma non sorprendetevi di rivederlo presto con i grandi, magari già nel weekend con il Torino. Il suo è il primo gol in Serie A di un ragazzo nato nel 2003, il primo di tanti record.