3
La voce dell'interessamento di Massimo Ferrero per il Palermo ha ovviamente suscitato molta curiosità a Genova, sponda Sampdoria, e in Sicilia. In molti hanno anche ipotizzato che la società rosanero potesse essere l'alternativa al Doria, in caso di cessione del club. Il possibile acquisto del Palermo però sembra strettamente legato alla permanenza del patron sulla poltrona di Corte Lambruschini.

Secondo l'edizione genovese de La Repubblica il Palermo potrebbe rappresentare un'interessante occasione di sinergia per la Samp, ma la gestione di una squadra di Serie C o D è impossibile tenendo in equilibrio i bilanci con plusvalenze e diritti televisivi, praticamente nulli a quei livelli. Inoltre i vincoli di bilancio in Serie C sono particolarmente stretti, e a dimostrarlo ci sono i numerosi fallimenti di società. La possibilità di Ferrero presidente del Palermo, di conseguenze, andrebbe di pari passo con la sua permanenza a Genova.

L'esempio è quello di De Laurentiis, che aveva previsto 3 milioni il primo anno per il Bari e ora potrebbe metterne sul piatto altri 10 per ottenere la seconda promozione consecutiva. A proposito del Bari, anche Ferrero un anno fa si era interessato alla società pugliese. Alla fine il Viperetta non partecipò alla corsa per i biancorossi, ora però partirebbe in vantaggio per quanto riguarda il Palermo. In Sicilia Ferrero può contare su legami stretti, tra cinema (ha girato qui due dei suoi film più importanti) e calcio, grazie al progetto Next Generation della Sampdoria che vanta due sedi sull'isola.