83
All'improvviso, quando le voci sulla possibile cessione della Sampdoria sembravano essersi placate, le indiscrezioni tornano più forti che mai. 'Merito' addirittura di Massimo Ferrero, che con alcune dichiarazioni rilasciate a Il Giornale di Sicilia ha scosso l'ambiente blucerchiato. "Vendo la Sampdoria, voglio il Palermo" così titola il quotidiano, assegnando il virgolettato al patron doriano.

Ferrero da mesi sta trattando con Vialli e altri potenziali compratori,e negli ultimi giorni avrebbe intensificato i contatti con il sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando per valutare l'acquisto della squadra. Il suo piano prevederebbe un investimento da 10 milioni per realizzare un piano triennale. ​“Sto cercando di vendere la Sampdoria, è già noto da tempo. Più di quello che ho fatto lì non si può. Sono però un uomo del fare e non del dire. Tentare il colpo? Se avrò la fortuna, perché la voglia già c’è, di fare quanto ho fatto nei cinque anni alla Sampdoria, il Palermo è in una botte di ferro”. Il sindaco starebbe valutando la possibilità di inserire una penale a garanzia del progetto, in caso di cessione in tempi brevi.

Rispetto a qualche giorno fa però sarebbe cambiato lo scenario. Ferrero non vorrebbe rendere il Palermo una società satellite della Samp, bensì concentrarsi interamente sui rosanero: “Se al momento del bando non avrò ancora venduto non ci sarà alcun problema; da mesi sono in contatto con Mirri e c’è un rapporto ottimo con lui, da tempo parliamo del Palermo”.

"​Di Palermo sono innamorato da sempre, una città che mi ha fatto crescere in un ambiente simile a quello del calcio, ovvero quello cinematografico" ha aggiunto poi Ferrero. "Alle grandi platee sono abituato e proverò se possibile a portare il Palermo dove merita”. Nel progetto ci sarebbe anche la creazione di un centro sportivo, e l'ingresso del Palermo nel calcio femminile.