14
Sono passati 22 giorni dal lancio di FIFA 22, ultimo titolo che porterà questo nome dopo la rottura con la federazione mondiale (si passerà alla nomenclatura "EA SPORTS FC"), e Electronic Arts può sorridere: è il videogioco sportivo più popolare al mondo, con numeri da capogiro (media di 89 milioni di partite giocate al giorno per un totale di 2,1 bilioni di partite giocate e 46 trilioni di minuti giocati, l'equivalente di quasi 87.8 milioni di anni di gioco. Oltre 5 bilioni di gol sono già stati segnati - si legge nel comunicato di EA). Merito di un lavoro che ha portato FIFA 22 a stravincere l'annuale battaglia con il competitor eFootball 2022.

Se dal punto di vista grafico qualche pecca rimane soprattutto relativamente al campo e all'effetto 'pattinamento' dei giocatori in campo e anche la distribuzione delle fasi della partita desta ancora perplessità (ritmi equivalenti per tutti i 90'), il solco con eFootball viene dato dall'introduzione della nuova tecnologia HyperMotion: animazioni nuove (oltre 4mila), ma soprattutto un'intelligenza artificiale più efficace nel gestire i movimenti di squadra e individuali. E' il grande upgrade che va a valorizzare altri aspetti videoludici apprezzabili, dalle telecronache rinnovate con l'arrivo di Lele Adani accanto a Pierluigi Pardo ai contenuti sempre convincenti a livello di modalità (la Carriera strizza l'occhio a Football Manager) e 'extra', Volta e Ultimate Team (FUT) che restano punte di diamanti del gioco, facendo finire in secondo piano anche altri aspetti rivedibili come una meccanica di tiro non sempre convincente (e il tiro a giro di Insigne come meta di questo inizio gioco). Convince, infine, la risposta pronta di EA ai problemi individuati dagli utenti: la seconda patch del gioco va a correggere la difficoltà eccessiva riscontrata nell'affrontare l'IA, troppo 'brava' nel gestire i calciatori su passaggi alti e cross, a tal punto da rendere quasi impossibile anche modalità importanti in FUT come Squad Battles. Resta ancora da sistemare, invece i problemi con le linee del campo personalizzate su FUT che hanno creato diverse difficoltà visive ai gamer. Qualche curiosità a margine: il PSG è la squadra più utilizzata, mentre Haaland è il giocatore più acquistato davanti a Mbappé e Bellingham, spazio in top-10 anche per lo juventino De Ligt.