Commenta per primo
La stagione competitiva di FIFA sta volgendo al termine. Ultimi giorni a Riyadh, in Arabia Saudita, dove si stanno svolgendo le fasi finali delle Global Series, storiche per i montepremi totale (oltre 3 milioni di dollari in palio) e perché ultima edizione nell'ambito della collaborazione tra la FIFA e Electronic Arts, che nel frattempo ha già annunciato il primo capitolo del prossimo percorso in solitaria, EA SPORTS FC 24. FIFAe Club World Cup e FIFAe Nations Cup, rispettivamente torneo dedicato a club/team e torneo dedicato alle Nazionali, sono già andate in archivio e ora inizia il percoso dell'1vs1, la FIFA eWorld Cup. A rappresentare l'Italia ci sarà ancora una volta Francesco 'Obrun2002' Tagliafierro, il player di Exeed è il più atteso dai tifosi azzurri: l'anno scorso scrisse la storia chiudendo tra i migliori 4 (stesso risultato ottenuto con la eNazionale nel 2022 e confermato anche quest'anno) e ora, dopo aver già preso parte agli altri due filoni del circuito competitivo, si gioca il tutto per tutto nell'1vs1. In vista dell'ultimo appuntamento 'Obrun2002' e Nello 'Hollywood285' Nigro (coach di Exeed e della eNazionale italiana) si sono raccontati a Calciomercato.com.

OBRUN

eSerie A, eChampions, eClub, eNazionale. Un lungo cammino anche quest'anno fino alla fase finale della eWorld Cup: come arrivi a questo momento?
"Questi eventi sono il motivo per il quale competo. Sono sicuramente impegnative, ovviamente per il livello dei player, ma perché si sta per molto tempo lontani da casa. Dal canto mio però non vedo l'ora di riprendere il pad in mano".

L'anno scorso il grande exploit, con la vittoria della eSerie A (con il Torino) e le due top-4 mondiali in con la eNazionale e nella FIFAe World Cup: quest'anno si sono sentite più pressioni per la conferma?
"Onestamente no, so qual è il mio livello e sono pronto a riconfermarlo".

Avete confermato la top-4 con la eNazionale anche quest'anno: l'Italia ora è più 'rispettata' a livello internazionale anche grazie ai vostri risultati. Cosa manca per l'ultimo salto di qualità?
"Sicuramente un po' di fortuna. Credo che come lo scorso anno, se avessi giocato tutte le partite nella giornata in cui si sono disputati ottavi e quarti saremmo campioni del mondo. Purtroppo ci siamo fermati ancora in semifinale ma questa è una conferma del livello raggiunto".

A proposito di conferme: ripetere almeno la semifinale della eWorld Cup delo scorso anno è il grande obiettivo.
"Sai, quando il livello è così alto non si possono fare calcoli. Sicuramente, quello che posso assicurarvi è che darò il massimo".

L'importanza di avere alle spalle un team come Exeed, che si conferma uno dei più solidi in campo nazionale e internazionale.
"Siamo sicuramente uno dei team più importanti al mondo, ma per come la vedo io ormai siamo una grande famiglia".

Queste finali, organizzate a Riyadh grazie anche alla partnership con Gamers8 GG sono già passate alla storia. Un montepremi da favola in un momento in cui l'Arabia Saudita si è già presa la scena sul calciomercato con investimenti impressionanti. Può diventare il nuovo polo esportivo globale?
"Sicuramente l'organizzazione è stata ottima. L' Arabia Saudita crede molto negli esports e il pubblico è stato veramente caloroso. Sicuramente la Cittadella che stanno progettando sarà il centro nevralgico degli eventi futuri".
Hai già avuto modo di vedere le prime novità per quanto riguarda EA SPORTS FC 24? Le tue impressioni e cosa ti aspetti dal gioco, anche dal punto di vista competitivo cosa può cambiare?
"Purtroppo non ho ancora visto molto perché sono molto concentrato su questi eventi, ma la speranza è quella di avere tra le mani un grande gioco dove la CPU sia meno invasiva".


HOLLYWOOD

Un'altra top 4 con la eNazionale, l'Italia ormai è una garanzia in campo internazionale. Cosa manca per fare l'ultimo salto di qualità?
"Una grande conferma che però lascia un pò di amaro in bocca. Ci credevamo tantissimo e fermarsi ancora a un passo dalla finale brucia parecchio. Sicuramente dobbiamo essere fieri di ciò che abbiamo fatto. Ci riproveremo il prossimo anno".

L'Italia ha tre top player a tutti gli effetti e la figura del coach è fondamentale per accompagnarli nel percorso, lo si è visto anche negli scorsi campionati di eSerie A: raccontaci i segreti del tuo ruolo e del lavoro 'dietro le quinte'.
"Innanzitutto siamo grandi amici. Ho una stima infinita per i miei ragazzi. Il loro livello è altissimo quindi il mio ruolo, oltre a fargli notare determinate situazioni in cui potrebbero migliorare, è anche quello di motivatore. Non vi dirò altri segreti però!".

Per Exeed anche quest'anno è stato ricco di soddisfazioni dal punto di vista dei risultati anche in campo internazionale, la eWorld Cup sarebbe la ciliegina sulla torta. Tu hai vissuto da protagonista il percorso di crescita del team: parlaci del lavoro che serve per restare a questi livelli e quanto ancora può crescere Exeed. Anche per fare da motore al movimento italiano.
"Sicuramente in Exeed si punta sempre in alto, motivo per il quale ho sposato già da diversi anni il progetto. C è sempre voglia di migliorare risultati ottimi e questo è il carburante del nostro motore".

A proposito di movimento italiano: emergono tanti player, ti sembra che il livello si stia alzando o che ancora ci sia un ampio divario tra i top player (Obrun, Danipitbull per citare due tuoi player della eNazionale) e gli altri?
"Ci sono giovani molto talentuosi in Italia e alcuni di essi li stiamo tenendo d'occhio. Sicuramente alcuni di loro potrebbero già rientrare tra i nostri ranghi il prossimo anno, ma al momento non posso svelarvi di più (ride, ndr)".

Cosa ti aspetti che possa portare EA SPORTS FC 24 sia in termini di gioco sia in termini di competitivo?
"Attualmente non ho visto molto del nuovo gioco perché qui a Riyadh viviamo in una bolla per non distrarci dagli obbiettivi. La speranza è quella di vedere un gioco che vada a premiare di più la qualità dei player, riducendo drasticamente la CPU, ma soprattutto che non venga stravolto durante l'anno da patch perché per chi compete non è semplice,  soprattutto quando questi aggiornamenti vengono rilasciati a ridosso degli eventi".