247
Vediamo. Vediamo che succede. Perchè poi alla fine, come dice qualche dirimpettaio “'nvidiosso”, la Roma ha vinto con Sassuolo e prima ancora Salernitana e Fiorentina. Non il gotha del campionato. Certo, ci saranno pareti più impegnative da scalare, questo è chiaro, ma non è quel che conta. Anzi. Quel che è evidente a me e a molti immagino, è che questa Roma è una Roma finalmente tosta, sporca e cattiva. Sanguinaria su ogni pallone e convinta che l'unica opzione sia la vittoria. In brutale sintesi, è la Roma di Mou. Quel gol di Cristante, per dirne una, ma l'avete visto? Le pallide squadre degli ultimi anni, anche belle ma fragili e poco 'maschie' – come si diceva un secolo fa – quella furbata l'avrebbero subita, magari perdendo anche la partita. E invece. Certo, c'è anche qul pizzico di fortuna in più, in queste prime partite, che trasforma i centimetri in oro al Var. Contro la Fiorentina e contro il Sassuolo, tra gol convalidati alla Roma e annullati al nemico, è stato un bel godere. Occhio: non voglio mica dire che la Roma vince per fortuna ma più semplicemente che il veccho adagio – la fortuna aiuta gli audaci – come i jeans e la Coca Cola non passa mai di moda.

Tutta la Serie A TIM e' solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora

Eppoi arriva Josè e la sua corsa sotto la curva. Lo sappiamo: nulla di quello che fa Mourinho è casuale e il suo tentativo è chiaro. Mou vuole cucire tutti gli aspetti romanisti in un solo straordinario tessuto. Sa perfettamente e ieri lo ha anche detto, che un paio di squadre hanno una rosa superiore, ma sa anche che a volte le differenze si possono colmare con un lavoro corale e l'aiuto di tutti. Mou sa quanto i tifosi possano essere l'elemento decisivo per galvanizzare i suoi e farli sentire a livello delle squadre top, pur con qualche carenza in rosa.
In questo senso l'ammucchiata dopo il gol del Faraone è un vero e proprio manifesto dello Josè-pensiero. Un tutti per uno, uno per tutti in versione pallonara, accettando il rischio di perderla la partita, ma arrembando sospinti da incosciente, bellissima euforia collettiva. E qui, Mou ha già fatto un miracolo perchè mai come domenica sera nelle utime stagione si era vista la gente allo stadio così partecipe, protagonista e tutt'uno col suo allenatore. Anzi, più che allenatore, con il suo leader, Josè Mourinho.

Tutta la Serie A TIM e' solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora