Commenta per primo

Intervenuto ai microfoni di Radio Blu, il procuratore Andrea D'Amico ha parlato di alcuni suoi assistiti che si sono avvicinati alla Fiorentina nel mercato appena concluso: "L'arrivo di Abate a Firenze era un'ipotesi che anch'io avevo avvallato, ne abbiamo parlato con le due società ma poi l'affare non si è concretizzato, ma per rispetto verso Milan e Fiorentina non voglio scendere nei dettagli. Tra gli altri miei assistiti anche Ferreira Pinto è stato un giocatore che ad un certo punto poteva diventare una soluzione per i viola che erano in cerca di un'alternativa a Santana. Alla fine però ci sono state delle problematiche, per esempio il fatto che anche il brasiliano fosse reduce da un infortunio al ginocchio. Caracciolo? E' un giocatore troppo importante per il Brescia che non poteva privarsene nell'anno del ritorno in serie A".