Commenta per primo
Ci saranno anche membri dello staff tecnico azzurro guidato dal c.t. Cesare Prandelli domani sera in tribuna autorità dello stadio Artemio Franchi per assistere alla sfida fra Fiorentina e Roma. Sotto osservazione diversi giocatori, in particolare sara' fatto un punto con lo staff medico viola sulle condizione di Giuseppe Rossi, che fra l'altro seguira' il posticipo dell'imminente turno di campionato proprio dalla tribuna d'onore dello stadio di Firenze, ma anche e soprattutto le prove di Daniele De Rossi, Manuel Pasqual ed Alberto Aquilani. In particolar modo per quest'ultimo si trattera' di una delle poche restanti chance che gli restano per conquistare un posto fra i 23 convocati per il prossimo mondiale di 'Brasile 2014'. Scavalcato nelle gerarchie del centrocampo azzurro da Marco Parolo ma anche Marco Verratti e Thiago Motta, il Principino, come Aquilani era soprannominato a Roma, paga soprattutto la prova negativa da titolare dell'ottobre scorso contro l'Armenia. La sfida che domani sera lo vedra' opposto insieme a David Pizarro ed ad uno fra Vargas ed Ambrosini, contro il trio Pjajnic, De Rossi, Nainggolan, sara' una sorta di esame di maturità dopo le belle prove di questo inizio primavera, e che potrebbe convincere Prandelli a far risalire le quotazioni del numero 10 della Fiorentina in chiave Mondiale. Aquilani, che sta anche discutendo con il suo procuratore un'estensione del suo contratto con il club gigliato, attualmente in scadenza a giugno 2015, ha fissato come paletti per questo finale di stagione, il blindaggio del quarto posto con il suo club, la conquista della coppa Italia a Roma contro il Napoli (il suo sogno è esultare sotto la curva Sud) e partire per il Brasile dopo l'esperienza di quasi un anno fa in Confederation cup. Per quest'ultimo traguardo non può fallire la gara di domani sera, anche perchè contro i giallorossi ha un conto in sospeso per la gara d'andata dove, impiegato da regista per le non perfette condizioni di David Pizarro, manco di lucidità sotto porta per battere a rete da dentro l'area sul punteggio ancora fermo di uno a uno. Un errore che la Fiorentina pago' moltissimo perchè pochi minuti dopo arrivo' il decisivo due a uno della Roma a firma Mattia Destro.