Commenta per primo
C’è qualche nota positiva nell’Italia Under 21 ieri sconfitta a Ploiesti contro i pari età della Romania nella prima amichevole della stagione 2014-2015 degli azzurrini guidati dal c.t. Gigi Di Biagio. La prova di Cataldi, le buone risposte sull’esterno offensivo di Battocchio, ma anche la dinamicità e la voglia di parte sempre alla fase offensiva di Federico Bernardeschi. Non inganni la sostituzione di quest’ultimo ieri al termine dei primi 45’: gli staff medici viola e della Nazionale Under 21 erano in contatto da giorni per la tonsillite che ha colpito lo scorso week-end l’attaccante carrarino, e dunque si è cercato di tutelarlo fisicamente, anche in virtu’ di un cambio di modulo di Di Biagio che nella ripresa ha provato le due punte Berardi-Longo. Non è rimasto deluso il ct.. dalla volontà di Bernardeschi, anche in fase di non possesso, ed anche se il giovane bomber viola, ex Crotone, avrebbe voluto segnare, davanti a quel giocatore che guardava in prima squadra nei suoi anni di Firenze, Adrian Mutu, ieri presente sugli spalti dello stadio di Ploiesti. Bernardeschi che si è guadagnato così la chiamata per il fondamentale ritiro di inizio settembre, che portera’ gli azzurrini a sfidare prima la Serbia a Pescara e poi Cipro a Castel di Sangro, in due gare ambedue da vincere se si vuole qualificarsi non solo per gli Europei di categoria di Danimarca 2015, che per le Olimpiadi di Brasile 2016.