46
La Fiorentina non vuole perdere Bernardeschi. Nonostante le numerose sirene di mercato: Braida lo segue per il Barcellona, Conte dopo averlo valorizzato in Nazionale lo immagina nel suo Chelsea da Champions e il Bayern di Ancelotti non lo perde di vista. Senza dimenticare la corte di Juve, Inter e Milan. Ma a giugno Federico non se ne andrà: a meno di proposte indecenti, sarà il volto del futuro viola. Con tanto di fascia di capitano e l'ambizione di stare tra le 5-6 grandi squadre del calcio italiano. 

RINNOVO - Come si legge sulla Gazzetta dello Sport, a fine campionato verrà affrontato invece il problema contratto. Il numero 10 viola ha un accordo in scadenza nel giugno 2019. Ma i Della Valle e Corvino sono pronti a premiare, anche dal punto di vista economico, l’esplosione di questo talento. Il nuovo accordo dovrebbe sfiorare i 2 milioni di euro netti all'anno, quasi il doppio di quello che Federico guadagna oggi. Più complicato sarà individuare una possibile clausola rescissoria. La Fiorentina non chiederà di inserirla nel nuovo contratto (scadenza 2020?) ma è probabile che sarà il manager del giocatore a pretenderla. Ma a quale cifra? 70 milioni potrebbe essere un punto d’incontro. Magari, come nel caso di Belotti, validi solo per un trasferimento all’estero. Corvino preferirebbe avere mani libere sul mercato italiano. Per i prossimi quindici mesi Bernardeschi ha due obiettivi: vincere un trofeo con la Fiorentina e essere protagonista al Mondiale in Russia.